Home Comunicati stampa 2016 VERATOUR SpA COMUNICA UFFICIALMENTE IL 26° BILANCIO CONSECUTIVO IN UTILE

Comunicati stampa

19/05/2016
VERATOUR SpA COMUNICA UFFICIALMENTE IL 26° BILANCIO CONSECUTIVO IN UTILE
Pur nel contesto difficile e complesso dell’anno 2015, il tour operator
riconferma, attraverso la validità delle strategie messe in campo,
la propria solidità economico finanziaria e la validità del proprio format
vincente con un risultato finale 2015 in attivo.
Ottimismo per l’evoluzione 2016 e 2017
Previsioni di incremento marginalità per l’anno 2016


Il Presidente di Veratour S.p.A. Carlo Pompili rende noto il 26° bilancio consecutivo in utile, confermando l’ininterrotto trend dalla costituzione della
società.

In data 13 maggio 2016 l’assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio del 2015. L’esercizio si è chiuso con un fatturato complessivo di 187,5 milioni di Euro e un utile netto di 4,2 milioni di Euro. Dati positivi, nonostante registrino una decrescita rispetto all’esercizio precedente (rispettivamente del 5,46% e del 10,93%), in considerazione delle complicate situazioni socio-politiche che hanno caratterizzato alcune destinazioni importanti per l’operatore nell’anno 2015.

Nonostante la complessa situazione sopra indicata e nonostante gli indicatori economici italiani e internazionali abbiano caratterizzato in negativo lo scenario degli ultimi anni e in particolare l’anno 2015, l’azienda è riuscita, anche se con un leggero calo rispetto all’anno precedente, a chiudere l’Esercizio con un EBT di circa 6,2 Milioni di Euro, uno dei migliori del comparto dei tour operator italiani nell’anno 2015.

Questa l’analisi e il commento del Presidente Carlo Pompili: ”Siamo molto soddisfatti deirisultati realizzati. E’ stato certamente l’anno più complesso che ci siamo trovati ad affrontare;il contesto in cui abbiamo lavorato si è rivelato sempre più difficile e aggressivo ma abbiamosaputo mettere in atto una serie di strategie e una capacità di reazione che ci ha premiato e ciha fatto chiudere il 26° bilancio consecutivo in utile. Non sono molte le aziende italiane chepossono evidenziare un mantenimento e un costante equilibrio nel tempo in termini di volumedi affari e di risultati positivi. I dati globali dell’anno 2015 testimoniano quindi la soliditàdell’azienda e dimostrano la volontà e la capacità di tutta la Società di fronteggiare eventi dinatura socio-politica che hanno colpito duramente l’industria del turismo. Le strategie cheabbiamo adottato sono state multiple: differenziazione del prodotto, penetrazionecommerciale per la ricollocazione dello stesso e ottimizzazione dei costi. Un plausomeritato va a tutto il management e allo staff Veratour che ha permesso il conseguimento diquesti risultati.”.

Uno degli elementi più rilevanti nella contrazione della marginalità è stato rappresentato dallanon operatività della destinazione Tunisia, mentre un secondo elemento è stato la flessionedelle vendite sulla destinazione Egitto, dovute in entrambi i casi, alle note ragioni di caratteresocio-politico. Nel caso del Mar Rosso tuttavia, Veratour aveva già messo in atto negli ultimidue anni una politica di graduale diminuzione dell’incidenza della meta nel volume d’affaricomplessivo, a favore di una più equilibrata distribuzione geografica e conseguentementedella segmentazione del rischio.

Le destinazioni Tunisia ed Egitto avrebbero comportato un fatturato di 25.708.000 euro. Ilmancato incasso è stato tuttavia in parte recuperato, precisamente 11.900.000 euro,grazie a pronte strategie di investimenti in altre destinazioni attuate dal TopManagement Veratour.

Il portafoglio infatti si è arricchito di destinazioni considerate più tranquille, perlimitare l’impatto economico negativo derivante da potenziali conflitti o situazioni di instabilitàche hanno generato performance di vendita e di marginalità molto positive. Tra queste:
• Cuba: la recente apertura agli Stati Uniti, e più genericamente all’occidente, ha riacceso iriflettori su questa meta spingendo molti turisti a volerla esplorare nell’immediato. Veratour haprontamente rafforzato la presenza sull’isola con l’apertura di un villaggio a Varadero; ilfatturato nel corso del 2015 è aumentato del 23%.
• Grecia: le isole greche selezionate e proposte sono salite a 7, costituendo il 12,92% delfatturato. Il volume d’affari sulla destinazione è stato pari al 28,88%, equivalente a + 9,57%rispetto al 2014.
• Nuove aperture: nel 2015 Veratour ha aperto 8 nuove strutture. La differenziazione delprodotto è stata una delle chiavi per difendere il fatturato e la posizione di leadership nelmercato.

Si evidenzia uno sviluppo del fatturato anche per le mete Italia e Spagna:
• Italia: il fatturato è cresciuto del 12% rappresentando il 9,71% del fatturato globale.
• Spagna (Baleari e Canarie): il fatturato è cresciuto del 4% con un’incidenza del 20,57%sul fatturato totale della Società.

Un altro fattore importante che ha contribuito alla realizzazione di un risultato finale positivo inquesta situazione di contrazione della marginalità e flessione del fatturato, è stato l’attentapolitica di razionalizzazione e riduzione costi concentrati in particolar modo nell’ultimotrimestre 2015. In particolare è stata attuata un’ottimizzazione dei costi commerciali e dipubblicità senza rinunciare a politiche pubblicitarie ad alta efficienza come ad esempio quantoattuato in ambito Social Media Marketing. I canali legati al Social Media Marketing hannoportato infatti a una community di 170.000 fan su facebook, 144.000 iscritti alla newsletter e 3milioni di visitatori delle pagine web.

Sul piano commerciale è stata riconfermata la scelta di utilizzare come unico canale divendita le agenzie di viaggio. Grande penetrazione sul mercato è opera delle Verastore, cheammontano a circa 750 su tutto il territorio nazionale, con l’obiettivo di arrivare a 1000 nel2017.

La politica aziendale ha perseguito l’ampliamento della stagionalità di vari prodotti,aumentando l’offerta sul lungo raggio e valorizzando i resort di fascia alta. Unesempio significativo è dato dal Messico, che è passato a +15,14% sul 2014.

La divisione Linea ha mantenuto nel 2015 l’incremento del 40% raggiunto nel triennio.Veratour conferma anche quest’anno una positiva Posizione Finanziaria Netta pari a 19,3milioni di Euro al 31.12.15.

Le previsioni per l’anno 2016 e 2017 sono ottimistiche. L’andamento del portafoglioprenotazioni al 30 aprile 2016 è in linea con quello dello scorso anno mentre il dato relativo almargine di contribuzione alla stessa data, aspetto al quale Veratour dedica sempre la massimaattenzione, è in incremento, a testimonianza che l’azienda ha scelto anche nel 2016 la giustastrategia facendo intravedere un Esercizio 2016 positivo e importante sul piano economico.

Carlo Pompili commenta così andamento e previsioni: “Siamo ottimisti per l’anno 2016:l’andamento dei primi quattro mesi conferma la validità di aver investito su nuovi prodotti enuove aree. Per l’anno in corso prevediamo un sensibile miglioramento dei margini dicontribuzione e quindi un miglior risultato. Stiamo già lavorando sul 2017, puntando aconsolidare la qualità della nostra offerta. Sul lungo raggio, che ha lunga stagionalità, stiamovalutando una nuova struttura in una destinazione di grande appeal per il mercato italiano; inItalia, che ha buona redditività, arriveremo con il marchio Veraclub in Puglia e in Calabria.Siamo attenti alla clientela più esigente e siamo aperti ad interpretarne le esigenze”.