Home Comunicati stampa 2016 MAIORCA: UN’ISOLA SORPRENDENTE DA SCOPRIRE SOGGIORNANDO AL VERACLUB PALMIRA ISABELA

Comunicati stampa

10/06/2016
MAIORCA: UN’ISOLA SORPRENDENTE DA SCOPRIRE SOGGIORNANDO AL VERACLUB PALMIRA ISABELA

L’isola più grande delle Baleari è uno scrigno di esperienze. I colori dei fondali, soprattutto lungo la costa meridionale, hanno intensità che nulla invidiano ai Caraibi, mentre l’entroterra abbonda di cantine vinicole aperte a degustazioni. Non è tutto: da diversi anni Maiorca porta avanti un progetto legato all’arte contemporanea, con musei e fondazioni di tutto rispetto.

Trenini per allietare vista e gusto
Da Palma parte lo storico treno in legno del 1912 che arriva a Sóller attraversando panorami punteggiati da boschi e uliveti della Serra de Tramuntana. Il Ferrocarril de Sóller è una piacevolissima esperienza per tutte le età (nonché un modo per arrivare al Can Prunera Museo Modernista).

Da Binissalem parte invece il trenino del Mallorca Wine Tour, per gli amanti del vino. Una partenza al mattino e una al pomeriggio, per un giro di circa quattro ore che comprende tour nei vigneti, visita di due cantine e degustazione di 6/7 vini.

Dal monastero ai draghi
A Valdemossa vale la visita la Real Cartuja, che fu monastero certosino sino alla fine del XIV secolo. Sconsacrato nel 1835, è oggi un museo molto interessante, con reperti di chi vi ha soggiornato fra cui Chopin e George Sand; le volte furono affrescate dal cognato di Goya.

Si salta dalla cultura alla natura andando a Porto Cristo, alle Cuevas del Drach: le grotte del drago sono quattro grotte spettacolari che ospitano uno dei laghi sotterranei più grandi al mondo, dove talvolta vengono allestiti concerti di musica classica.

Imbarazzo della scelta per l’arte moderna e contemporanea
Non tutti sanno che Maiorca racchiude un vero tesoro per gli appassionati di pittura e scultura. Si pensa all’isola per mare e spiagge – indubbiamente pregevoli – ma sono tante le opportunità di ammirare l’arte. Nella sola Palma ce ne sono almeno 4.

Alla Fundació Pilar i Joan Miró sono esposte le opere che il grande Miró donò alla cittàAl Museu Fundació Joan March la collezione di artisti spagnoli del ‘900, da Gris a Dalí a Picasso. A Es Baluard sono in mostra gli artisti dell’arcipelago dagli inizi del Novecento ai giorni nostri, con una collezione permanente e mostre temporanee. Nell’antico palazzo maiorchino Casal Solleric le mostre di artisti contemporanei sono ad ingresso gratuito.

La location perfetta per queste ed altre esperienze
A mezz’ora d’auto da Palma e a 25 km dall’aeroporto, si trova il Veraclub Palmira Isabela.

Sorge nel centro di Santa Ponsa, nella costa sud-occidentale, la stessa costa che sfodera le spiagge più belle, come Es Trenc, lunga striscia sabbiosa con fondali bassi e chiringuitos.

A 50 metri dalla spiaggia pubblica (attrezzata, a pagamento), dispone di 146 sistemazioni, molte delle quali adatte a nuclei famigliari con bambini (cui è dedicato il Superminiclub). La formula club comprende tutti i pasti a buffet con menu italiani e spagnoli, nonché acqua, birra e vino ai pasti.

Il Veraclub offre anche piscina con terrazza solarium, bar e pub. L’équipe di animazione propone intrattenimenti diurni e serali. Ogni domenica è collegato a Verona, Bergamo, Milano, Bologna, Roma e Napoli. Quote adulti per 8 giorni/7 notti, trasferimenti inclusi a partire da 640 euro a persona.