Open main menu
Open main menu
Home magazine Namibia 3 città

3 città da visitare in Namibia

Africa Australe - Namibia - 09.08.2021

Le città della Namibia sapranno sorprenderti: tutt'altro che caotiche e confusionarie, si segnalano invece per l'ordine e la qualità dei servizi. E nel panorama urbano recano evidenti le tracce del passato coloniale tedesco.

Contenuti


Windhoek, grattacieli e architettura bavarese

Windhoek, capitale della Namibia, è una piccola città ricca di curiosi contrasti architettonici: una fusione di moderni palazzi, storici edifici di architettura tedesca dell'inizio del '900 e vivaci mercatini locali africani, incastonata in una valle a 1650 metri tra le montagne Eros e Auas.

Visitando la capitale ci si accorge subito che non ci si trova in una delle grandi città africane sovrappopolate, ma che tira piuttosto aria di europa continentale. Il panorama urbano reca infatti le tracce del passato coloniale, in particolare del periodo di fine XIX° secolo quando i coloni tedeschi si recarono qui attratti dalle ricche risorse naturali del paese e l'intera regione divenne parte dell'Africa Tedesca del Sud-Ovest.

Oggi Windhoek è una città tranquilla e ordinata, ancorché vivace e cosmopolita. Ospita splendidi giardini botanici e diversi monumenti storici come chiese, fortezze militari e interessanti musei. L'edificio più caratteristico è indubbiamente la chiesa luterana di Christuskirche, dove si incontrano due stili differenti: il neogotico e l'art nouveau. Il pernottamento in città risulterà insomma piacevole e potrai passare il tempo anche facendo shopping, comprando prodotti di alto standard in negozi d’abbigliamento, d’artigianato, librerie, gioiellerie, con ottimi ristoranti e bar.
 

Swakopmund, la capitale dell'avventura

Swakopmund è per tutti la città ai confini del deserto, sospesa tra dune e oceano, lungo una delle coste più desolate del mondo. La città vanta un’architettura coloniale, bei viali adornati da palme e giardini ordinati, su cui si affacciano deliziose pasticcerie, gallerie d'arte, boutique, ottimi ristoranti internazionali e diversi bar che servono birra prodotta localmente.

I locali la chiamano Swakop ed è conosciuta come la capitale dell’avventura della Namibia, il perché è facile da intuire. Da qui è possibile avventurarsi sulle dune del vicino deserto del Namib con le quad bikes, e i negozi forniscono tutta l'attrezzatura necessaria per fare sport insoliti come sciare con i sand board, fare del tandem skydiving e volare sul deserto. Ma puoi anche semplicemente rilassarti sulla spiaggia, se l'avventura non è il mood prevalente del tuo stile di viaggio.

La baia di Swakopmund è anche ricca di punti di interesse naturalistico, come la Cape Cross Seal Reserve, popolata da migliaia di otarie del capo, che si distinguono perché hanno l’orecchio esterno, e la laguna di Walvis Bay, vero paradiso per migliaia di uccelli acquatici e migratori della costa dell’Africa meridionale, che hanno trovato in queste acque basse e protette la loro meta prediletta. Qui abita la metà dei fenicotteri che popolano l’Africa australe e la rarissima Sterna del Damara.

Spingendosi un po’ più a sud di Walvis Bay si incontra la suggestiva Sandwich Harbour, meta adorata dagli appassionati di fotografia: una laguna dove maestose dune di sabbia color avorio si mescolano con l'acqua dell’Oceano, creando giochi di luci e contrasti di colori: un vero paradiso per pesci e uccelli.
 

Luderitz e la vicina Kolmanskop, la città fantasma dei diamanti

Seppur lontana dalle mete turistiche più battute della Namibia, Luderitz merita una deviazione per scoprire le sue interessanti e curiose attrazioni. Il piccolo e colorato centro abitato è una mescolanza di stili architettonici che vanno dallo stile imperiale tedesco all’art nouveau. Basti osservare la Goerke Haus o l'imponente vecchia stazione ferroviaria.

Ma le più belle attrattive vengono offerte dagli immediati dintorni: non perdete l’occasione di vedere la vicina città fantasma di Kolmanskop, che una volta era un fiorente centro di estrazione dei diamanti. Fu abbandonata dopo le guerre mondiali, oggi le dune di sabbia hanno ormai raggiunto la città rendendola di fatto una città fantasma molto visitata dagli appassionati di fotografia e di luoghi surreali. Da quando i ricchi giacimenti diamantiferi si sono esauriti, la sola fortuna della zona e di Luderitz proviene dai traffici mercantili e di pesca del porto, oltre che dal turismo.

Una visita d'obbligo va sicuramente fatta presso la riserva di pinguini di Halifax Island e la riserva delle otarie di Diaz Point. Entrambe le aree protette si raggiungono da Luderitz solo via mare (quando le condizioni meteo lo permettono) con escursioni della durata di circa 3 ore.
 

La Namibia con Veratour

La Namibia è una meta straordinaria dell'Africa Australe. In un solo viaggio si possono ammirare dune altissime, canyon, savane, sabbie del deserto che finiscono nell’oceano e parchi dove convivono elefanti, leoni, leopardi, ghepardi, antilopi, gazzelle, giraffe, zebre, gnu, orici e struzzi. Se tutto ciò rappresenta indubbiamente la componente principale del fascino spigionato da questo paese, è anche vero che l'aspetto ordinato e tranquillo delle sue città sarà un altro elemento di grande sorpresa. Pochi sanno del passato coloniale della Namibia, in particolare dell'epoca di dominio tedesco che però ha lasciato tracce evidenti nell'architettura delle città namibiane, ma anche nella cultura e nelle istituzioni.

In altri articoli del nostro Magazine ti abbiamo invece raccontato il volto più naturale e selvaggio del paese. Il deserto del Namib e il Parco Nazionale Namib Naukluft parla delle attrazioni e dei luoghi più belli di quello che secondo molti geologi è il deserto più antico del pianeta, vecchio milioni di anni con alberi scheletrici che si stagliano su paesaggi desolati e piante rarissime al punto da essere considerate dei veri fossili viventi. L'approfondimento Etosha National Park e le altre riserve nel nord della Namibia è invece dedicato all'altro grande parco nazionale namibiano, un posto unico per l'avvistamento di animali e molto diverso dagli altri parchi o savane dove si fanno safari in Africa.

Ma la natura non è l'unica attrazione per un viaggio organizzato in Namibia, questa magica terra offre anche altro! Nell'articolo del nostro Magazine dal titolo Gli Himba, il popolo rosso della Namibia ti abbiamo raccontato una delle etnie più autentiche che abitano ancora oggi il territorio namibiano, in particolare la regione settentrionale del Kaokoland.
Articoli Correlati
Natura Parchi naturali Africa Australe - Namibia
Le dune più spettacolari del mondo, Sossusvlei e Dead Vlei, Sesriem Canyon: scopri i paesaggi metafisici della Namibia
12.08.2021
Natura Parchi naturali Africa Australe - Namibia
Uno dei santuari della fauna africana, un luogo unico per i safari. E poi la Skeleton Coast, la riserva di Cape Cross e le altre riserve namibiane
11.08.2021
Cultura Focus Tour Africa Australe - Namibia
Vivono nel Kaokoland, cospargono i loro corpi con ocra rossa e vegliano il fuoco sacro: ecco una delle etnie più ancestrali della Namibia
10.08.2021