Open main menu
Open main menu
Home magazine Zanzibar: a spasso nella storia visitando Stone Town

Zanzibar: a spasso nella storia visitando Stone Town

Oceano Indiano - Veraclub Sunset Beach - Veraclub Zanzibar Village - Zanzibar - 27.09.2019

Oggi le guide di viaggio Veratour ti portano in vacanza a Zanzibar, tra storia e cultura visitando Stone Town.

Contenuti


Visitando Zanzibar

Il suono del suo nome ti racconta di un profumo intenso e frizzante, di un sapore deciso, di una terra che resta impressa nel ricordo: Zanzibar, o come la chiamavano gli arabi Zanjabīl – zenzero, appunto.

Scegliere di trascorrere la tua vacanza a Zanzibar significa visitare una terra bagnata dall’Oceano Indiano di fronte alle coste della Tanzania, di cui fa parte, e trovarsi quasi all’altezza dell'Equatore.

La tipica cartolina da Zanzibar ti fa pensare a soffici spiagge di sabbia bianca, un mare da sogno dove bagnarti per la tua intera vacanza, acque cristalline in cui immergerti alla scoperta di pesci e colori particolari, un sole che ti accarezza e rende la tua pelle dorata e sensuale. Certo Zanzibar è tutto questo, ma anche molto altro! Veratour ti fa scoprire nuovi volti dell’arcipelago, tra arte e cultura e un tuffo nel passato, facendoti conoscere meglio la capitale di Zanzibar.
 

Un tuffo nella storia

La storia di Zanzibar è senza dubbio affascinante. Sono state le popolazioni Bantu, provenienti dall’Africa orientale, a popolare per primi questa terra; ma fu verso la fine dell’anno mille che divenne parte della grande rete dei commerci arabi e persiani, che arrivarono addirittura fino all’India e alla Cina. La cultura e il linguaggio Swahili nacquero proprio dal miscelarsi di queste culture assieme a quella bantu, ecco perché vi si trovano tratti africani, mediorientali, persiani e asiatici.

Bisognerà aspettare la fine del 1400 per l’approdo a queste latitudini dei portoghesi che, avendo doppiato il Capo di Buona Speranza, giunsero in Africa orientale. Proprio nel tentativo di resistere all’aggressione portoghese, fu eretto il forte arabo di Stone Town, ma non poté arginare il collasso della rete commerciale e purtroppo, il declino swahili.

I portoghesi cominciarono a essere cacciati verso la fine del 1600, quando il sultanato dell'Oman si espanse verso sud ovest. Dall’inizio del 1700, sotto il dominio omanita, Zanzibar ritrovò la sua importanza commerciale (anche grazie alla tratta degli schiavi) e, nel 1861, divenne indipendente. Il sultanato di Zanzibar prosperò per alcuni decenni, ma le mani degli europei, soprattutto britannici e tedeschi, non tardarono a posarsi nuovamente sull’Africa orientale. Nel 1890 Zanzibar divenne protettorato inglese, fatto che portò all’abolizione formale della schiavitù.

L’indipendenza fu concessa nel 1963, quando Zanzibar divenne una monarchia costituzionale, il che però durò solo fino al 12 gennaio dell'anno seguente. La rivoluzione fu velocissima: dopo sole 9 ore, il Paese si liberò definitivamente dal Sultano e fu instaurata una repubblica di stampo socialista, che il 29 ottobre del ’64 divenne nazione unica con Tanganica e prese l’odierno nome di Repubblica Unita della Tanzania.

Come abbiamo visto, nel corso dei secoli Zanzibar ha svolto un ruolo particolare e peculiare: crocevia di scambi commerciali e di diverse popolazioni, quello che oggi potrai ammirare è un crogiuolo di culture e tradizioni arabe, persiane e bantu, cinesi e indiane dove la cultura swahili la fa comunque da padrona.

La realtà che al meglio rappresenta tutto questo è il centro storico della capitale Stone Town o Mji Mkongwecittà di pietra per gli europei, città antica per la tradizione swahili.
 

Cosa vedere a Stone Town

Stone Town – già dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’Umanità – ti sorprenderà per la sua architettura contaminata da vari stili di tradizioni lontane e vicine. Colonizzata da arabi e persiani durante il corso del secondo millennio, si mostra con un profilo tutto personale, fatto di decorazioni e arabeschi, materiali diversi ed eterogenei che le conferiscono quel carattere multiculturale che la contraddistingue.

La tua passeggiata tra le strade di Stone Town sarà caratterizzata dal colore caldo della pietra corallina, e dal caldo senso di accoglienza che solo il legno dei tipici portoni splendidamente intarsiati e delle balaustre saprà donarti. La tua vacanza a Zanzibar con Veratour deve prevedere assolutamente la visita di questi luoghi che ti regaleranno emozioni, sensazioni e profumi indimenticabili.

I portoni in legno rappresentano indubbiamente una peculiarità e allo stesso tempo un eccezionale patrimonio storico per Stone Town. Camminando per le strade se ne possono incontrare, secondo alcune stime, ben 560 esemplari splendidamente conservati e attraverso cui scoprire leggende e tradizioni locali. Gli elaboratissimi intagli e bassorilievi significavano prosperità e salute della famiglia che viveva nella casa, e rappresentano di volta in volta palme da dattero, uva, fiori di loto e altri motivi ornamentali floreali, oppure animali come pesci, aquile o leoni a simboleggiare fertilità e potere sociale.

Per assaporare il conturbante stile architettonico del mondo arabo, Veratour ti consiglia una visita al Forte Arabo, struttura difensiva fatta di pietra costruita dagli omaniti per difendersi dalle incursioni portoghesi. Questa antica struttura, risalente alla fine del 1600, ti permette di andare indietro nel tempo e rivivere storie di prigionia, ti coinvolge con storie di attacchi e di difese che si sono succedute nei secoli. La visita al Forte Arabo ti permette di conoscere anche le tradizioni legate alla cucina di Zanzibar, all’utilizzo dell’henna e al suono del tamburo.

Non lontano dal Forte Arabo si trova l’edificio più importante di Stone Town: il Palazzo delle Meraviglie. La più grande struttura architettonica di Zanzibar si affaccia sul mare e al suo interno ti attende il modernissimo museo, una sorta di enciclopedia dell’arcipelago. Nel Museo del Palazzo puoi respirare l'atmosfera dei tempi andati. Mura merlate ti accolgono alla scoperta della dimora della famiglia reale e ti invitano a lasciar correre la fantasia, immaginando come trascorreva la vita del Sultano al suo interno.

La piazza di Kelele, che era il luogo più “rumoroso” della città, era lo scenario in cui si teneva il mercato degli schiavi; una visita a questa piazza ti farà conoscere lo stile imponente della cattedrale anglicana dedicata a Gesù Cristo (Christ Church). Potrai viaggiare con la mente e tornare a un passato lontano, dove al posto dell’altare della chiesa sorgeva il patibolo degli schiavi; un passato in cui si utilizzavano misteriosi condotti e corridoi sotterranei che potrai visitare. Per te viaggiatore curioso, alla ricerca di emozioni e nuove sensazioni, ripercorrere gli stretti e angusti sotterranei sarà un’esperienza da non perdere!

Per apprezzare infine le celebri specie di tartarughe giganti dell'isola, non dimenticare di visitare il Museo del Memoriale della Pace: nei giardini del museo noterai molti esemplari di tartarughe di Aldabra, dei veri e propri giganti della natura!
 

Dove soggiornare

Tra natura e cultura la tua vacanza a Zanzibar con Veratour avrà un sapore esclusivo, grazie alle due strutture Veratour: il Veraclub Sunset Beach, in località Nungwi, sulla punta all'estremo nord dell'isola, posizionato direttamente su un'incantevole spiaggia di sabbia bianca incastonata tra le rocce; e  il Veraclub Zanzibar Village, in località Kiwengwa, sulla costa orientale, con gli eleganti bungalow a un piano col tetto ricoperto dal tipico makuti immersi in una rigogliosissima vegetazione tropicale.
Non ti resta che scegliere e correre in agenzia a prenotare il tuo viaggio a Zanzibar ... April gli occhi e sogna! 

Articoli Correlati
Consigli di viaggio Grecia - Rodi - Veraclub Kolymbia Beach
Con i suoi 30 metri d’altezza era considerata una delle Sette Meraviglie del mondo antico: oggi le nostre guide ti portano a visitare Rodi, alla scoperta del luogo dove un tempo sorgeva il mitico Colosso!
16.08.2019
Città d'arte Consigli di viaggio Africa Australe - Sudafrica
Alla scoperta della moderna e cosmopolita Città del Capo, capitale del Sudafrica: dalla Table Mountain ai pinguini di Boulders Beach e al Capo di Buona Speranza.
14.06.2019
Escursioni Creta - Grecia - Veraresort Aldemar Royal Mare
Oggi le nostre guide ti portano in viaggio tra le architetture e le leggende del passato cretese per scoprire il Palazzo e il Labirinto di Cnosso.
07.06.2019