Open main menu
Open main menu
Home magazine Oman, cultura e curiosità

Viaggio in Oman: storia, cultura e curiosità

Emirati Arabi e Oman - Oman - Veraclub Salalah - 19.05.2021

Scopri con noi la storia recente e le cose curiose sull'Oman, il paese dell'Islam gentile che in 20 anni ha saputo trasformarsi da società tradizionale in stato moderno.

Contenuti


Qaboos e il Rinascimento omanita

L'Oman, "il paese dell'Islam gentile", è una meta dal fascino unico, sicura e ospitale, colta ed esotica. Pochi paesi al mondo come l'Oman hanno un'anima antica che convive accanto a una moderna; l'incenso accanto al petrolio, i dromedari accanto ai suv, le carovane di nomadi accanto ai lussuosi resort. E c'è una ragione storica ben precisa.

Nel 1970 il sultano riformista Qaboos, educato in Inghilterra e recentemente deceduto all'età di 80 anni, destituisce il padre con una rivoluzione che non sparge sangue e che si nutre degli esempi e dei contributi culturali, commerciali e tecnici dell'Occidente. In pratica da un clima medievale si passa al cosiddetto "Rinascimento omanita" grazie alla capacità del sultano di ripensare il suo Paese appoggiandosi ad ufficiali inglesi, ingegnerei tedeschi, medici svedesi, architetti ciprioti e archeologi italiani.

In poco più di vent'anni da una società senza giornali, senza radio, da una rete stradale asfaltata di 10 chilometri e da una capitale con tre scuole elementari maschili e un ospedale soltanto si è passati a costruire uno stato moderno, capace di comunicare al mondo, di aprirsi al turismo e al consumismo, con una popolazione onesta, sincera, amichevole e accogliente. In questo articolo del nostro Magazine scoprirai tante altre cose, più o meno curiose e sorprendenti, che probabilmente non sapevi circa questo meraviglioso paese della penisola arabica.
 

Oman, lo sapevi che...?

1. L'Oman non ha grattacieli. Gli edifici anche quelli più moderni, sono tutti bassi e donano un senso di ordine architettonico che colpisce. Una legge locale, infatti, stabilisce che nessuna costruzione può superare l’altezza del minareto di Muscat.

2. Le scuole sono gratuite in Oman e se ne trova sempre almeno una persino nei paesi più piccoli. Il compianto sultano Qabus bin Said ha infatti voluto farne un fiore all’occhiello: l’istruzione è stata pensata per tutti e resa gratuita. Non è obbligatorio essere iscritti a scuola, ma il popolo da sempre ha colto la possibilità di studiare e infatti il livello di scolarizzazione supera l’80% della popolazione. Il popolo omanita è dunque molto istruito praticamente in ogni fascia d’età. E quasi tutti parlano inglese.

3. Se qualche omanita ti offrirà il caffè, non rifiutare: partecipa con entusiasmo a quello che è un vero e proprio rito. Il caffè viene versato da uno speciale contenitore chiamato “dallah“ in tazzine senza manico, a proposito delle quali tieni sempre presente una raccomandazione: prendi la tazzina con la mano destra! Il sapore ti sorprenderà: non pensare al nostro espresso… ma ad un mix tra caffè e cardamomo. La spezia viene infatti aggiunta alla bevanda, come vuole la tradizione. E per completare, l’immancabile dattero ti delizierà. Tra i prodotti tipici omaniti, ricordiamo infatti i datteri: dolcissimi ed esportati in ogni angolo del mondo, qui sono davvero una delizia.

4. In Oman si usa molto l’incenso profumato, in quanto si tratta di uno dei prodotti artigianali tipici di questa terra. Fu proprio il Sultano, anni fa, a stabilire che venisse utilizzato per profumare persino le strade. In particolare la variante più pregiata si ottiene dall’inebriante resina della pianta di boswellia. I beduini sanno sapientemente raccoglierla e lavorarla; una volta cristallizzata, è pronta per cospargere di profumo gli ambienti.

5. Molti sono tuttora convinti che la condizione delle donne omanite sia simile a quella delle vicine saudite. Non potrebbero essere più lontani dal vero! In Oman le donne possono lavorare, guidare, votare, possedere proprietà e gestire un’attività. Grazie ai proventi del petrolio ed alla mentalità progressista del Sultano Qaboos bin Said, il paese è stato catapultato nell’era moderna ed ha avuto inizio un’epoca di vero e proprio “Rinascimento”. Nel 2002 è stato istituito il suffragio universale per tutti i cittadini sopra i 21 anni. Nel 2008 un decreto reale ha stabilito uguali diritti ereditari e la presenza femminile nelle scuole è in costante ascesa. Il Velo non è imposto alle donne, possono infatti liberamente scegliere se indossarlo o meno.

6. Lo sapevi che la benzina in Oman costa circa solo 25 cent al litro!

7. L'Oman è un paese con un tasso di criminalità, rapimenti, aggressioni davvero basso. Vige un'atmosfera di tranquillità e quiete in ogni zona del paese, si può davvero viaggiare in sicurezza. 
 

In viaggio con l'autore: libri, telefilm e musica sull'Oman

La letteratura omanita è molto antica e radicata nel territorio. I poeti omaniti sono famosi nel mondo, come Ibn Durayd, viaggiatore e grammatico. Uno dei libri più rappresentativi del Paese è Kašf al-ġumma dello scrittore Ibn Razīq, che contiene la storia del Paese. ​Ma ecco le letture consigliate per immergerti sin da ora nella cultura e nelle tradizioni omanite:
  • Sabbie Arabe di Wilfred Thesiger
  • Viaggio in Oman di Paolo Luigi Zambon
  • Il grande mare di sabbia. Storie del deserto di Stefano Malatesta
  • La via dell’incenso. Sulle tracce delle antiche carovane attraverso la Penisola Arabica di Aldo Pavan


La natura dell'Oman è invece un telefilm famoso a livello internazionale che ha ottenuto molti riconoscimenti, interpretato da Farkhriya Khamis, Saleh Za'al.

La musica dell'Oman è soprattutto tradizionale e molto legata alla sua storia. L'Oman è ricco di strumenti musicali tradizionali, e i beduini hanno un ampio repertorio musicale a cappella. Se scegli di visitare questo paese, devi assolutamente assistere ad un concerto di musica tradizionale beduina, fatta di ritmi assordanti dei tamburelli caratteristici chiamati ‘def’ e dal virtuosismo dei suonatori di ‘oud’ e ‘rebaba’.
 

Viaggio in Oman con Veratour

Il nome dell’Oman è strettamente legato al deserto, al mondo della civiltà beduina, con la sua autenticità e le sue tradizioni ancestrali, una terra senza tempo, dove passato e presente si legano in un indissolubile abbraccio che ti accoglie e ti travolge, con i suoi scenari da Mille e una Notte, tra l’odore di incenso e il richiamo alla preghiera dai minareti. Del mare, invece, ricordiamo 2000 km di spiagge incontaminate che si affacciano sul mare d’Arabia e sullo stretto di Hormuz, lambite da acque color turchese che verso l’orizzonte si tingono di blu cobalto.

Nell'articolo del nostro Magazine dal titolo 8 buone ragioni per visitare l'Oman troverai la descrizione di alcune delle attrazioni di carattere storico, culturale, paesaggistico e folcloristico di maggior rilievo, mentre in quello Visitare l'Oman con Veratour troverai il racconto delle atmosfere e delle emozioni di un viaggio in Oman, dalla capitale Muscat a Salalah: moschee e souk, musei e fortini, wadi e deserto. Nell'approfondimento Cosa vedere in vacanza a Salalah, Oman ti proponiamo un focus sulle 5 attrazioni da non perdere a Salalah, nella regione del Dhofar, dove puoi scegliere di trascorrere una memorabile vacanza balneare coccolata dai servizi Veraclub.

Per il tuo viaggio negli Emirati Arabi e Oman scegli il meglio, scegli l'affidabilità dell'organizzazione e la qualità dei servizi Veratour!
Articoli Correlati
Consigli di viaggio Cultura Emirati Arabi e Oman - Oman - Veraclub Salalah
Tolleranza, una natura incredibile, Muscat, i popoli del deserto, le oasi e i Falaj: scopri perché visitare questo splendido paese
20.05.2021
Consigli di viaggio Escursioni Tour Emirati Arabi e Oman - Oman - Veraclub Salalah
Le atmosfere e le emozioni di un viaggio in Oman, dalla capitale Muscat a Salalah: moschee e souq, palazzi reali e fortezze, oasi e deserto
18.05.2021
Consigli di viaggio Emirati Arabi e Oman - Oman - Veraclub Salalah
In vacanza nel Sultanato dell'Oman alla scoperta di Salalah, nella regione del Dhofar. Scopri 5 attrazioni che non dovresti assolutamente perdere
17.05.2021