Open main menu
Open main menu

Minorca

Minorca: guida alla località

Minorca è una delle quattro isole che compongono l’arcipelago delle Baleari, nel Mar Mediterraneo. Per la precisione, è la seconda isola più grande dell'arcipelago e si trova ad est di Maiorca. E' da sempre conosciuta come l'isola calma delle Baleari: decisamente meno affollata di Maiorca o caotica di Ibiza, qui si respira una atmosfera rilassata e accogliente, che ti consentirà di scoprire tradizioni ancora autentiche e scenari naturali praticamente incontaminati.

L'isola è molto nota per la bellezza del mare e delle sue spiagge: a Minorca si contano infatti ben 80 tra spiagge e calette. Alcune sono arenili di sabbia bianchissima molto ampi e ricchi di servizi, altre sono delle calette ancora vergini nascoste tra boschi di pini e verdissima macchia mediterranea: delle vere oasi di tranquillità. L'aspetto ancora in parte selvaggio delle coste e la presenza di alcune attrazioni naturali di rilievo hanno consentito a Minorca di ricevere il riconoscimento di Riserva della Biosfera da parte dell'Unesco.

Dal punto di vista meteo, l’isola gode di un clima molto favorevole con estati calde e lunghe e inverni miti e poco piovosi. L'aeroporto di Minorca si trova a breve distanza dal capoluogo Mahon, questa meraviglia del Mediterraneo dista solo poche ore di volo dalla nostra Italia ed è una delle destinazioni per le vacanze tra le più godibili: è una località piacevole e adatta a tutti, sia alle famiglie che alle coppie che hanno voglia di trascorrere una vacanza a Minorca tra spiagge, mare e relax.


Minorca: cose da sapere

Oltre che per il suo mare caraibico e le sue bellezze naturali, Minorca vanta un fascino particolare dovuto anche alla sua storia, nel corso delle quale si sono susseguite dominazioni di molti popoli differenti e di cui sono chiaramente riscontrabili ancora oggi molte tracce, tanto nelle ricche tradizioni popolari quanto nelle architetture dei borghi e delle cittadine dell'isola.

Minorca è anche famosa ad esempio per la produzione artigianale delle Avarcas, i tipici sandali probabilmente più conosciuti come "menorchine", i cui segreti di lavorazione vengono tramandati sull'isola da generazioni. E nonostante l'economia sia legata prevalentemente al turismo balneare, le attività tradizionali di agricoltura ed allevamento rivestono ancora molta importanza nella cultura locale. Tra le specialità gastronomiche, molto rinomato e assolutamente da assaggiare è il famoso queso menorchino, formaggio tipico dell'isola. Da citare infine le feste patronali, che si tengono nel corso dell'anno nelle varie cittadine e che rinverdiscono le tradizioni e la cultura della popolazione di Minorca: su tutte la conosciuta festa di San Juan di Ciutadella e quella imperdibile di san Lorenzo, che si tiene il 10 di agosto ad Alaior. 

L'attuale capitale amministrativa di Minorca è Mahon, situata su una scogliera che si affaccia sul più grande e lungo porto naturale del Mediterraneo. Il centro storico è un labirinto di vie e palazzi in stile coloniale tutto da visitare, ma è anche una cittadina sofisticata e cosmopolita deale per chi è interessato allo shopping, alle boutique e ai suggestivi negozi di artigianato locale. All'estremità occidentale di Minorca troviamo Ciutadella, famosa per il suo centro storico caratterizzato da edifici moreschi. E' la prima capitale dell'isola, in essa troviamo una anima antica e una moderna perfettamente integrate: da una parte il borgo medievale da girare a piedi, con vie e palazzi molto graziosi che si trovano all'interno delle vecchie mura; dall'altra molte discoteche, discopub e discobar scenograficamente affacciati sul mare, che ne fanno una località molto affollata e di riferimento per gli amanti del divertimento e della nightlife.

Altri centri da visitare sono Ferreries, Es Mercadal ma soprattutto Alaior che è la terza cittadina dell'isola per storia e grandezza: si tratta di un centro di grande interesse, noto per la sua storia e le sue tradizioni contadine ma anche per la bellissima Son Bou, che ne è la spiaggia di riferimento.

Loading

Consigli di viaggio: cosa vedere in viaggio a Minorca

Ampie spiagge sabbiose e tranquille calette lambite da un mare incredibilmente cristallina, natura selvaggia e paesaggi naturali protetti, borghi tipici che conservano intatte le tracce del passato e cittadine moderne con boutique, porti, ristoranti e discoteche frequentate dai turisti: tutto questo è Minorca, un'isola in cui le vacanze trascorrono all'insegna del relax e ad un ritmo lento, come quello delle attività portate avanti dalla popolazione locale del resto.

Minorca possiede bellezze naturali che consigliamo assolutamente di assaporare con lunghe e rilassanti passeggiate. Se ami le escursioni a piedi, a cavallo o in bicicletta, ad esempio, troverai ad attenderti il Camí de Cavalls: si tratta di un reticolo di antichi sentieri collegati tra loro, lungo complessivamente oltre 180 chilometri e che collega l'intera isola attraversando paesaggi molto diversi. Per gli amanti dell'escursionismo inoltre sulla costa settentrionale c'è l'opportunità di visitare il parco S'Albufera des Grau, con percorsi di alcune ore all'interno di due riserve eccezionali che ospitano i paesaggi naturali meglio conservati del Mediterraneo.

Minorca è anche il luogo ideale per praticare attività sportive come il windsurf e la vela, grazie ai venti favorevoli che soffiano costantemente sull’isola (e non a caso uno dei suoi soprannomi è proprio "isola del vento"). Da non perdere i meravigliosi fondali, meta preferita dei subacquei che vengono qui per le loro immersioni.  La costa meridionale dell’isola vanta spiagge incontaminate racchiuse da calette rocciose circondate da pini marittimi e macchia mediterranea, degli scenari naturalistici davvero unici e veri paradisi per chi desidera distendersi sulla sabbia e lasciarsi coccolare dal sole passando una giornate di puro relax. Cala en Porter, Playa de Macarelleta, Cala Turqueta, Playa Talaier e Playa Son Saura sono le più conosciute, ma l'elenco potrebbe proseguire. Tra le spiagge più grandi e attrezzate citiamo invece la spiaggia di Son Bou, di fronte ad Alaior, e quella di Santo Tomas, in una zona turistica molto rilassante dove sorgono anche alcuni tra i migliori hotel e resort dell'isola.

Puoi trovare più informazioni sulle spiagge da non perdere in vacanza a Minorca nell'approfondimento del nostro Magazine dal titolo Le spiagge più belle di Minorca, mentre l'articolo Visitare Minorca scoprendo Mahon e Alaior ti guiderà tra le atmosfere cittadine dal fascino inglese della capitale Mahon e quelle rurali legate alla tradizione del villaggio di Alaior, due città che racchiudono scorci e scenari che ti resteranno nel cuore. 

Tra le località più rinomate infine, Santo Tomas è una vera oasi di tranquillità e relax. Suggestiva e circondata da colline di pini, la spiaggia è lunga 750 metri ed è l’ideale per trascorrere una giornata di mare con la famiglia e i bambini. Sulla spiaggia, famosa per la sua meravigliosa distesa di sabbia fine, ti attendono gli hotel che Veratour ha selezionato per farti trascorrere momenti indimenticabili nel corso della tua vacanza a Minorca: al Veraclub Menorca trovi l'inconfondibile stile Made in Italy dei nostri villaggi, con il personale Veratour direttamente responsabile dei principali servizi quali cucina, animazione, Superminiclub e assistenza, mentre il vicino Veraresort Lord Nelson è un moderno e confortevole quattro stelle frequentato anche da clientela internazionale e riservato ad ospiti di età superiore a 16 anni. La bella spiaggia pubblica attrezzata e il mare cristallino di Santo Tomas sono facilmente accessibili e a breve distanza da entrambe le strutture. 

Ultimi Articoli - Magazine