Open main menu
Open main menu
Home magazine Thailandia, Bangkok: 10 attrazioni

Cosa vedere a Bangkok: le 10 attrazioni da non perdere

Estremo Oriente - Thailandia - Veraresort Thavorn Palm Beach - 27.07.2021

In viaggio tra le attrazioni più famose di Bangkok: dal Palazzo Reale e il Wat Phra Kaeo al mitico incrocio di Khaosan Road, dallo shopping al Riverfront al mercato locale di Chatuchak, la lotta thailandese e il Songkran Festival.

Contenuti


Bangkok, la porta dell'Oriente

Bangkok può a buon diritto essere considerata la porta dell’Oriente. Stiamo parlando infatti di una frizzante megalopoli protesa tra passato e futuro, tradizione e modernità, sacro e profano. La capitale della Thailandia è anche il vero cuore pulsante del paese, al punto che - come accade anche per New York - viene spesso chiamata "la città che non dorme mai". Per i turisti che la visitano quindi, una delle cose migliori della città è che c'è sempre qualcosa da fare.

I viaggiatori che visitano la città possono dunque ammirare non solo le attrazioni monumentali storiche e culturali o godere del relax in magnifici parchi, ma anche trovare divertimento, vita notturna, tante opportunità per fare shopping e cucina di altissimo livello. Oppure si può benissimo optare per una semplice passeggiata sulle sponde del “fiume dei Re”, il Chao Praya, che consente di cogliere suggestioni e dettagli di vita quotidiana della popolazione locale.

In questo articolo troverai 10 luoghi o attrazioni a nostro avviso assolutamente da non perdere visitando Bangkok. Dal Grande Palazzo Reale alle spettacolari pagode buddiste, passando per gli incroci più caotici e i mercati più frequentati, ecco alcune cose che a nostro avviso non puoi mancare di fare nella travolgente Bangkok.


Bangkok, le 10 attrazioni da non perdere

 

1. Il Palazzo Reale e il tempio Wat Phra Kaew

Il Phra Borom Maha Ratcha Wang, il Grande Palazzo Reale, è la prima delle meraviglie da non perdere di Bangkok. Pensa inoltre che al suo interno se ne trova anche un'altra, vale a dire il grandioso Wat Phra Kaew dove è conservata la statua più sacra della Thailandia: il Buddha di Smeraldo. Le pitture murali dall’intensa spiritualità sono ispirate al poema epico nazionale, il Ramayana. Splendide le pagode ricoperte d’oro, tra le prime attrazioni turistiche del paese. E’ affascinante anche il modo in cui i thailandesi vengono qui a pregare: osservarli mentre seguono i rituali buddhisti antichi di secoli è come avere una fetta di autentica vita thailandese servita fresca ogni giorno.

Il Tempio ed il Palazzo, situati sull’Isola di Rattanakosin, sono raggiungibili in poco tempo a piedi da altre meraviglie come il Wat Po, la National Gallery ed il City Pillar. Il Grand Palace o Palazzo Reale è aperto tutti i giorni dalle 08.30 alle 15.30 tranne che nelle ricorrenze speciali. Ai visitatori è vivamente consigliato un abbigliamento consono e non offensivo.

 

2. Asiatique The Riverfront

Dal sacro al profano... Asiatique The Riverfront è il nuovo mercato notturno di Bangkok, inaugurato nel maggio 2012 per colmare il vuoto lasciato dalla chiusura del mercato notturno di Lumphini. Asiatique riunisce con successo l’esperienza di un bazar notturno e quella di un moderno centro commerciale, con oltre 1.500 negozi e 40 ristoranti ospitati all’interno di un enorme complesso di ex magazzini.

Più che un mercato notturno, Asiatique è un intero complesso dedicato allo shopping, ospitato negli ex magazzini dell’East Asiatic Company: la sua ubicazione è un omaggio al passato di Bangkok come stazione commerciale lungo il fiume, tra la fine del 19° e l’inizio del 20° secolo. In origine questo era il molo dove si svolgeva il commercio del legno di teak con la Danimarca, uno dei primi luoghi attraverso cui il Regno di Siam aprì le porte al mondo occidentale. Il sito è molto amato non solo dai turisti, ma anche dai residenti di Bangkok. Asiatique è aperto tutti i giorni dalle 17 a mezzanotte. 

 

3. L'incrocio più famoso del Sud-Est Asiatico e la "piccola Boemia"

Gli incroci, per tutti i viaggiatori che arrivano o lasciano il Sud Est Asiatico, sono quelli di Khaosan Road: questa striscia urbana vivace e movimentata è un’esperienza multiculturale, con decine di venditori ambulanti, artisti di strada, locali, pittoreschi bar e ristoranti. Fin dall’uscita del romanzo di Alex Garland “The Beach” e del film con Leonardo di Caprio che ne è stato tratto, la reputazione della strada è decisamente migliorata e Khaosan Road continua ad attrarre molti giovani turisti - oltre ai loro genitori.

Vicino a Khaosan Road, Phra A-thit Road è la "piccola Boemia" di Bangkok, con ristoranti dalle pretese artistiche, bar chic ed un parco lungo il fiume che ospita festival teatrali di danza e musical. Intorno, gli antichi edifici in legno splendidamente conservati sono una porta sul passato di Bangkok.  

 

4. Sky Train

Lo SkyTrain, o treno sopraelevato, è il trasporto pubblico per eccellenza, conosciuto anche come BTS e ha due linee che sono Silom e Sukhumvit. E' piuttosto intuitivo e facile da usare, potrai vedere una grande parte della popolazione della città utilizzarlo per viaggiare ed è probabilmente uno dei primi trasporti che prenderai una volta arrivato all'aeroporto internazionale.

Il servizio di trasporto inizia alle 06:00 di mattina e termina alle 24:00 dal lunedì alla domenica. Puoi acquistare il tuo biglietto alle macchinette situate all'entrata di ciascuna stazione o nelle biglietterie. Il prezzo del biglietto è di solito tra 15THB e 55THB o se si preferisce, è possibile acquistare un biglietto chiamato Day Pass a 130 THB che ti servirà a viaggiare per tutta la giornata. 

 

5. I Tuk-Tuk

Se vuoi un'alternativa un po' più rischiosa puoi sempre prendere un tuk-tuk. Troverai conducenti che si offriranno di portarti a destinazione per 20THB e ti consigliamo di respingerli, perchè prima di portarti alla tua destinazione ti faranno passare per diversi negozi di souvenir, abbigliamento, ecc. Se si decide di non entrare nei negozi per 10-15 minuti è probabile che ti lascino lì (perchè prendono una commissione per portarvi a questi negozi).

Il prezzo per i thailandesi tende ad essere un po' inferiore a quello di un taxi ma se sei un occidentale o un turista sicuramente cercheranno di farti pagare di più, dipenderà dal modo in cui ti rapporti con loro. Dovrai stare attento ai tuoi bagagli se il tuk-tuk non ha le barre laterali, ultimamente sono frequenti gli scippi ai tuk-tukSituato al margine nord dello

 

6. Il mercato dei fiori di Pak Khlong Talat

Bangkok è una città semplicemente affascinante, è una delle città cosmopolite più interessanti, una miscela di scenari incredibili. Da un lato offre una vista congestionata, una vita accelerata tra i grattacieli e la modernità; d'altra parte, ha dei dettagli pittoreschi e attraenti come il famoso mercato dei fiori. Qui si possono trovare una grande varietà di fiori belli e colorati come rose, orchidee, lillà e molto altro, venduti in pacchetti e con prezzi davvero economici. I fiori provengono da molte delle province del paese, anche se la maggior parte proviene da Chiang Mai e Chiang Rai.

Oltre ai fiori è possibile acquistare vari prodotti come verdura, frutta, spezie e pesce, ci sono anche diverse bancarelle di cucina tipica thailandese. Il mercato è aperto 24 ore su 24, durante il giorno le strutture sono abbastanza tranquille, i venditori si prendono persino il tempo per fare un pisolino vicino ai loro banchi, ma è durante le prime ore dell'alba che il mercato sui risveglia, quando decine di camion arrivano con i fiori freschi, un’esplosione di colori e aromi senza eguali.

 

7. Il Songkrain Festival

Il Songkran Festival fa parte dei festeggiamenti per l’anno nuovo in Thailandia ed è considerata la più grande “guerra d’acqua” del mondo. Il Capodanno Thailandese è a metà aprile e se siete abbastanza fortunati da visitare questo meraviglioso paese proprio in questo periodo, assicuratevi di non perdervi questa eccitante tradizione. Armatevi di pistole d’acqua, bottiglie, secchi e preparatevi a inondare più persone possibili!

 

8. Il Chatuchak Week-End Market

Per un’esperienza di shopping veramente "local", il mercato di Chatuchak è destinato ad allettare sia i cacciatori di occasioni sia i collezionisti di antichità. Dalle decorazioni per la casa fino agli oggetti di artigianato e gli animali esotici, potrai trovare di tutto in questo bazaar che somiglia ad un gigantesco essere in continuo movimento.

Con quasi 16,000 bancarelle distribuite su 35 acri di terreno, il Week-End Market (che si trova sulla linea dello Sky Train) è il più grande mercato all’aperto di tutto il sud-est asiatico. Da ricordare che il margine esterno del mercato comprende piante, attrezzi per giardinaggio e vestiario usato, mentre gli stand della sezione interna sono dedicati all’abbigliamento, ai souvenir, ai gioielli ed alle decorazioni per la casa. Il fondo e la parte nord sono i punti in cui si trovano piante esotiche ed animali. La mappa del mercato distribuita all’ingresso è un validissimo aiuto.

 

9. Incontri di Muay Thai

Quando si parla si arti marziali, tutti sanno che i kick boxers che si dedicano al Muai Thai sono i signori del ring. Le tradizioni della Muay Thai, tramandate oralmente per generazioni, risalgono a circa 1500 anni fa, in un periodo in cui il popolo Thai lottava frequentemente per affermare e difendere la propria unità nazionale. Molti secoli dopo, i più grandi esperti di combattimento del tempo si riunirono per codificare e annotare in scrittura le tecniche di lotta con e senza armi, che fino a quel momento venivano tramandate solo oralmente.

Il più famoso manuale di Muay Thai, noto col nome Chuppasart, risale al 1350 e cambiò il rapporto tra maestro e allievo, fino ad allora pervaso da un’aurea di segretezza e misticismo. L’innovazione più importante del Chuppasart fu la netta separazione tra la lotta a mani nude (Muay Thai) e la lotta armata (con l’uso di spade, lance, bastoni, pugnali) chiamata Krabi Krabong. Infatti, sino ad allora, le arti di guerra Thai prevedevano sia l’uso delle armi, che l’uso delle tecniche a mani nude.

 


 

10. SPA e massaggi thailandesi

La Thailandia è diventata la punta di diamante del business termale nel Sud-Est asiatico. La maggior parte dei principali hotel e resort del paese hanno delle terme al loro interno in cui si può scegliere dai trattamenti facciali a quelli olistici, basati sui metodi di cura asiatici tradizionali e che mirano ad un equilibrio tra la dimensione fisica e quella spirituale.

Molti di questi centri sono arricchiti da arte ed antichità e presentano un’ambientazione sofisticata oltre che tradizionale. Poiché l’obesità, lo stress e la mancanza di attività fisica mietono sempre più vittime, la buona salute è diventata una questione di vitale rilevanza e non c’è da stupirsi del fatto che così tanti turisti scelgano delle vacanze consapevoli dal punto di vista della salute. Oggi le vacanze non sono più solo esercizi di golosità e pigrizia, e a Bangkok potrai sperimentarlo come in poche altre città.
 

 


In viaggio a Bangkok con Veratour

Bangkok in Thailandia è una città travolgente, poliedrica e divertente. Per coglierne l’anima basta fare un giro nei numerosi templi, oppure nelle caratteristiche stradine di Chinatown, dove lo “street food” regna sovrano. O ancora attraversarla a bordo dei battelli che a mò di taxi attraversano il fiume Chao Praya. Uno dei modi migliori per ammirare la città è al tramonto, dall’alto di uno dei suoi grattacieli, sorseggiando un ottimo cocktail in un rooftop bar con vista a 360 gradi.

Con la nostra organizzazione puoi prenotare escursioni ed esperienze entusiasmanti in questa magnifica città, arricchendo il tuo viaggio e affidandoti a servizi puntuali e collaudati. In questo articolo del nostro Magazine abbiamo descritto le attrazioni imperdibili e le 10 cose da fare in città, mentre nell'approfondimento Speciale Thailandia: la cucina tailandese e i 6 migliori Sky Bar di Bangkok abbiamo passato in rassegna alcuni dei piatti più celebri della cucina tailandese che ti consigliamo assolutamente di provare durante il tuo viaggio, e per gli amanti della nightlife abbiamo visto gli sky bar più cool e i cocktail più buoni di Bangkok.

Nell'articolo dal titolo Thailandia: i 6 migliori mercati galleggianti di Bangkok e dintorni ti abbiamo raccontato il Mercato Galleggiante di Damnoen Saduak, il vicino e altrettanto caratteristico mercato "Flip Flop" di Maeklong e gli altri mercati galleggianti a poca distanza dalla capitale. Lo Speciale Bangkok: la storia, i templi buddisti e lo shopping ti farà conoscere meglio i due volti di questa città.

E ancora, non perdere lo Speciale Thailandia: la cucina tailandese e i 6 migliori Sky Bar di Bangkok sui piatti tailandesi più famosi e sulla nightlife cittadina, mentre nell'articolo 3 escursioni da non perdere in vacanza in Thailandia ti parliamo anche di Phi Phi Island e Phang Nga, visitabili dal nostro  Veraresort Thavorn Palm Beach di Phuket. Per saperne di più su Phuket, leggi anche l'articolo Thailandia, le feste tipiche e le 6 spiagge più belle di Phuket.

Cerchi altre suggestioni per la tua vacanza in Thailandia? Gli articoli Viaggio in Thailandia: ecoturismo e comunità locali e Le etnie tribali della Thailandia parlano di turismo sostenibile e di tour legati alla scoperta delle etnie tailandesi, con la possibilità di vivere tante esperienze dall'alto valore umano e culturale a stretto contatto con le comunità locali del nord della Thailandia.
Articoli Correlati
Consigli di viaggio Gastronomia Night life Estremo Oriente - Thailandia
Scopri il meglio della gastronomia tailandese e la nightlife di tendenza della tentacolare Bangkok. 
26.07.2021
Consigli di viaggio Curiosità Focus Estremo Oriente - Thailandia
Scopri con noi Damnoen Saduak, Maeklong e gli altri mercati tradizionali tailandesi: una attrazione imperdibile
23.07.2021
Città d'arte Consigli di viaggio Storia Estremo Oriente - Thailandia
I due volti della capitale tailandese: l'antico e il moderno, il sacro e il profano, i templi e i centri commerciali.
22.07.2021