Open main menu
Open main menu
Home magazine Thailandia mercati galleggianti

Thailandia: i 6 migliori mercati galleggianti di Bangkok e dintorni

Estremo Oriente - Thailandia - 23.07.2021

Contenuti


Viaggio nelle tradizioni tailandesi

Oggi ti facciamo conoscere una attrazione davvero unica e singolare, dall'alto valore storico e culturale nonché particolarmente identificativa di questa splendida destinazione: i mercati galleggianti.

I corsi d'acqua una volta erano di vitale importanza per il commercio e il trasporto in Thailandia. Le comunità si sono da sempre sviluppate lungo le rive di fiumi. All’alba i contadini trasportavano le merci in barca per vendere i loro prodotti o commerciare con altri contadini provenienti da altri villaggi. In un’epoca in cui molti imparavano a remare prima di camminare, il mercato galleggiante era un’estensione naturale di uno stile di vita incentrato sui corsi d’acqua. Quando le strade e le gomme presero il posto di fiumi e remi, i mercati galleggianti quasi si estinsero.

Ora, però, molti mercati galleggianti sono stati rivitalizzati in più punti, soprattutto nella pianura centrale, per ricreare l’atmosfera di un tempo e come vetrina per i prodotti locali. Crediamo sia importante una volta giunti in Thailandia, visitare almeno un mercato galleggiante in quanto rappresenta un’occasione unica per addentrarsi nell’antico, tradizionale stile di vita tailandese e per assaggiare tantissime specialità gastronomiche.

I mercati galleggianti si trovano un po’ ovunque ma i più belli e famosi si concentrano nelle province di Samut Songkram e Ratchaburi, nella regione centrale della Thailandia. Fatevi tentare da un tour in barca per esplorare i numerosi canali ed osservare così il modo tradizionale tailandese di vivere lungo i corsi d’acqua.
 

Il mercato galleggiante di Damnoen Saduak, Ratchaburi

Situato 110 km ad ovest di Bangkok, è un posto davvero affascinante specialmente per coloro che desiderano conoscere uno stile antico e un modo tradizionale di vendere e comprare frutta, verdura e altre merci tra le barche.

Si può prendere un autobus dalla stazione sud di Bangkok per la provincia di Ratchaburi, distante 80 km da Bangkok. Dal capolinea del bus si può raggiungere il mercato camminando sul passaggio pedonale oppure utilizzando una barca a coda lunga (long tail boats) dal porto. Durante il tragitto, è possibile ammirare le case tradizionali ed il modo di vivere e di viaggiare sulle barche dei locali. Alcune rimangono perennemente parcheggiate; altre, in genere condotte da donne, sono sempre pronte a fermarsi per contrattare con i turisti appena notato il loro interesse, mentre i “klong” o i canali del mercato sono colmi di barche cariche di prodotti freschi.

Questo luogo è coloratissimo, rumoroso e turistico ma, al contempo, rappresenta un divertimento unico. Frutteti, case tradizionali e attività della gente del posto sono aspetti decisamente interessanti da osservare lungo il tragitto verso il mercato galleggiante. Potete abbinare la visita a Damnoen Saduak con l’altrettanto famoso mercato della ferrovia di Maeklong, l'unico non galleggiante tra quelli che ti raccontiamo in questo articolo.
 

Il mercato di Maeklong

Di tutti i mercati che si possono visitare in Thailandia, il Talad Rom Hoop o mercato ferroviario di Maeklong è di gran lunga il più emozionante. Il mercato si trova nel quartiere Maeklong a 75 km da Bangkok ed il suo nome, Room Hoop, che si traduce approssimativamente in “chiudere l’ombrello”, non dice poi molto anche se presto ne capirete il motivo.

Una parte del mercato si trova esattamente sui binari della linea ferroviaria e ciò che rende il mercato unico è il fatto che un treno che lo attraversa ben 8 volte al giorno, tutti i giorni della settimana. Il treno viene letteralmente inghiottito dalle bancarelle multicolori nei pressi della stazione di Maeklong!

A prima vista non sembra diverso da molti altri mercati asiatici e si svolge da tempi immemorabili proprio lungo i binari ferroviari, ma è al suono della sirena del treno che tutto diventa unico e divertente. La folla di acquirenti abbandona velocemente le rotaie e si rifugia all’interno delle bancarelle, i venditori raccolgono in tutta fretta la loro mercanzia adagiata ai bordi delle rotaie e sollevano i variopinti tendaggi da sole per evitare che il treno distrugga tutto. Terminato l’attraversamento, in pochi attimi tutto ritorna come nulla fosse accaduto. Fino al passaggio del prossimo treno.
 

 

Il mercato galleggiante di Amphawa

Si trova nella provincia di Samut Songkram. E’ un luogo delizioso e dal fascino unico in cui la vita dei locali e dei numerosi venditori ambulanti si svolge prevalentemente sulle barche che offrono bevande, prodotti freschi e piatti cucinati a base di pesce e frutti di mare.

Le abitazioni sono di vari stili, spesso antico e contemporaneo si fondono assieme sulle rive del canale. Molte case sono state trasformate in ristoranti e negozi sempre piuttosto affollati, soprattutto nel tardo pomeriggio. Al tramonto le botteghe illuminate dalle luci al neon colorate rendono questo luogo ancora più attraente. I turisti si lasciano incantare volentieri dall’atmosfera accogliente e dalla banda musicale dei membri della comunità. Gite in barca per vedere le lucciole sono un'attività molto popolare. Il momento migliore per la visita è durante la stagione delle piogge, da maggio a ottobre e durante le notti di luna calante.
 

 

Il mercato galleggiante di Tha Kha

Il Tha Kha floating market è situato a meno di 8 km da Damnoen Saduak e a 10 km da Amphawa. A differenza di questi mercati, sorge lungo un piccolo canale in posizione molto isolata, nel mezzo della campagna della provincia di Samut Songkran.

Qui troverai pochissimi turisti thailandesi e quasi nessuno straniero, a differenza del suo vicino più blasonato che è visitato ogni giorno da migliaia di persone. Tha Kha dunque è ancora un mercato galleggiante thailandese tradizionale. Si può assistere a scene “autentiche” di contadini che remano sulle loro barche stracolme di frutta tropicale, peperoncini secchi, pesce appena pescato e cibi appena cucinati. Potete fare una crociera in barca a remi attraverso i canali, verso fattorie dove si produce zucchero dalle palme. Aperto sabato, domenica, nei giorni di luna piena e nuova, dalle 05:00 alle 12:00.
 

Il mercato di Taling Chan

E' uno dei mercati galleggianti più vicini a Bangkok, dista solo 12 chilometri. Fondato nel 1987, fu uno dei primi tra i moderni floating market, istituiti essenzialmente per il turismo nella grande area della capitale. Una grande esperienza se si desidera scoprire l’autentica vita thailandese, e un’ottima scelta per una breve gita domenicale fuori porta con pranzo a base di specialità thailandesi.
 

Khlong Lat Mayom

Khlong Lat Mayom è situato a pochi chilometri di distanza dal più famoso Taling Chan e poco meno di 20 km dal centro di Bangkok. Anche se non è affatto come Damnoen Saduak, ha davvero il fascino e l’autenticità di un mercato locale, forse perché è frequentato pochissimo da turisti stranieri. La parte “galleggiante” è limitata a una manciata di barche, ormeggiante lungo un canale molto stretto; troverete un numero maggiore di prodotti, tutti rigorosamente biologici coltivati localmente, sulla terra ferma. Dato che si trova vicino a Taling Chan, è possibile visitare entrambi i mercati nella stessa mattinata.
 

I mercati galleggianti nei dintorni di Bangkok, in viaggio con Veratour

La maggior dei turisti provenienti da tutto il mondo si reca nella Thailandia per conoscere una città travolgente come Bangkok, i mille templi, le tradizioni rurali del paese e per la bellezza delle spiagge di Phuket e del Mare delle Andamane.

La Thailandia offre tutto questo in una unica destinazione, e le tradizioni locali rappresentano un motivo in più per un affascinante viaggio alla scoperta di tutto questo. In questo articolo ti abbiamo raccontato il Mercato Galleggiante di Damnoen Saduak, il vicino e altrettanto caratteristico mercato sui binari di Maeklong e gli altri mercati galleggianti che meritano per varie ragioni una visita, tutti a poca distanza dalla capitale Bangkok.

Nell'approfondimento dal titolo Speciale Thailandia: la cucina tailandese e i 6 migliori Sky Bar di Bangkok ti abbiamo raccontato i piatti più celebri della cucina thai da assaggiare durante il tuo viaggio e le tendenze emergenti in fatto di nightlife nella capitale Bangkok.

Lo Speciale Bangkok: la storia, i templi buddisti e lo shopping ti farà conoscere meglio i due volti di questa città, Cosa vedere a Bangkok: le 10 attrazioni da non perdere ti racconta le cose da visitare a Bangkok, mentre nell'articolo 3 escursioni da non perdere in vacanza in Thailandia ti parliamo anche di Phi Phi Island e Phang Nga, visitabili dal nostro Veraresort Thavorn Palm Beach di Phuket. Per saperne di più su Phuket, leggi anche l'articolo Thailandia, le feste tipiche e le 6 spiagge più belle di Phuket

Cerchi altre suggestioni per la tua vacanza in Thailandia? Gli articoli Viaggio in Thailandia: ecoturismo e comunità locali e Le etnie tribali della Thailandia parlano di turismo sostenibile e di tour legati alla scoperta delle etnie tailandesi, con la possibilità di vivere tante esperienze dall'alto valore umano e culturale a stretto contatto con le comunità locali del nord della Thailandia.
Articoli Correlati
Consigli di viaggio Feste tipiche Estremo Oriente - Thailandia - Veraresort Thavorn Palm Beach
Alla scoperta delle migliori attrazioni di Bangkok: templi buddisti e palazzi reali, mercati locali e incontri di lotta thai.
27.07.2021
Consigli di viaggio Gastronomia Night life Estremo Oriente - Thailandia
Scopri il meglio della gastronomia tailandese e la nightlife di tendenza della tentacolare Bangkok. 
26.07.2021
Città d'arte Consigli di viaggio Storia Estremo Oriente - Thailandia
I due volti della capitale tailandese: l'antico e il moderno, il sacro e il profano, i templi e i centri commerciali.
22.07.2021