Home magazine Qatar: cosa vedere nell'Emirato proveniente dal futuro

Qatar: cosa vedere nell'Emirato proveniente dal futuro

Doha - Qatar - 14.10.2022

Cinque destinazioni che non possono mancare in un viaggio in Qatar

Contenuti

Come il Giano bifronte il Qatar mostra due volti agli antipodi. Uno è rivolto al passato, alle plurisecolari tradizioni, l’altro guarda prepotentemente al futuro, seguendo un progresso che si muove con ritmi impressionanti.
L’evoluzione del Qatar ha cambiato completamente i suoi connotati in un breve lasso di tempo, creando microcosmi quasi fantascientifici in un ambiente apparentemente idiosincratico, tra souk e realtà rurali.

Pur essendo una delle nazioni più piccole del Golfo Persico, il paese ha un PIL pro capite di 100.889 dollari che lo proietta tra le nazioni più ricche del mondo. Grazie alla presenza di risorse preziose come petrolio e gas naturale, il Qatar vanta un’economia particolarmente florida, che ha permesso la sua trasformazione architettonica, culturale, modificando la forma mentis dei suoi abitanti.

Un viaggio in Qatar permette di ammirare i contrasti di questo paese, che desidera mantenere le sue tradizioni e la sua memoria, depositaria di una lunga storia, nonostante la sua virata verso il lusso e l’iper tecnologia.

Ma quali sono le cose da vedere assolutamente durante un viaggio in Qatar? Scopriamolo insieme!


Souq Waqif

Souq WaqifSulle rive del Wadi Musheureb un tempo sorgeva l’antico mercato di Doha, che con i suoi colori, profumi e rumori animava la città nel diciannovesimo secolo. Prima dei grandi cambiamenti, dei grattacieli, del presente che ha il forte retrogusto del futuro.

Costruito sul suolo dell’antico mercato, il Souq Waqif è un luogo che ha mantenuto inalterata la sua anima tradizionale e che ora appare in netto contrasto con il resto della città, la cui imponente verticalità sembra quasi avvolgerlo e proteggerlo, come prezioso luogo di aggregazione. Gli edifici color fango, realizzati seguendo l’architettura originale, rimarcano il collegamento con un’era passata e fungono da collante sociale. Il mercato è ancora oggi infatti un centro vitale fondamentale, con i suoi vicoli pieni di persone, chiacchiere e trattative. Qui si possono comprare alimenti (dai samosa alle foglie di vite ripiene fino agli stufati di carne e agli gnocchi dolci), vestiti tipici, ma anche falchi! La falconeria è infatti uno sport tradizionale in Qatar e il Souq Waqif è sede di un mercato di falconi, che si possono acquistare (ovviamente solo i qatarioti) o ammirare da vicino.
 

Ras Abrouq

Ras AbrouqSulla costa occidentale si trova una regione dalla conformazione e dall’aspetto decisamente particolare: Zekreet. In particolare nella località di Ras Abrouq, le rocce calcaree regalano alla zona un aspetto quasi lunare: il vento ha infatti scolpito la superficie, creando effetti che sembrano ultraterreni. I bizzarri connotati geomorfologici dell’area sono particolarmente apprezzati dai turisti, che raggiungono questa regione proprio per i suoi paesaggi decisamente unici. Oltre alle spettacolari formazioni rocciose, sono qui presenti splendide spiagge incontaminate e scogliere, da cui ammirare il vasto orizzonte.

Si possono inoltre visitare forti militari abbandonati che sembrano location cinematogafiche, attorno a cui passeggiano cervi selvatici; la fauna di Zekreet  è contraddistinta poi dall'orice arabo, animale che è diventato il simbolo nazionale del Qatar.

I musei di Doha

Musei DohaLa rinascita economica del Qatar è coincisa con un’attenzione particolare per la cultura e per il mantenimento delle tradizioni. Proprio nell’ottica di abbinare allo strepitoso rilancio tecnologico e architettonico, uno sguardo verso il proprio passato e la propria storia, sono stati aperte o ammodernate numerose strutture museali, tappe imperdibile durante un viaggio in Qatar.

Per conoscere e comprendere la cultura qatariota e quella islamica tout court, non c’è niente di meglio di una visita al museo dell’arte islamica. Frutto del mecenatismo dell’emiro Hamad bin Khalifa Al Thani, la struttura è stata realizzata nel 2008 su un’isola artificiale a ridosso della Corniche, il lungomare di Doha. La particolarità architettonica dell’edificio è attribuibile all’estro di Ieoh Ming Pei, architetto modernista cino-americano, Premio Pritzker nel 1983. Nei quattro piani, che comprendono mostre permanenti e temporanee, sono presenti oggetti provenienti dall’ intero mondo islamico, comprendente Spagna, Asia e India, e storicamente assimilabili al periodo che va dal settimo al diciannovesimo secolo. Il museo ospita inoltre una libreria dedicata interamente al patrimonio librario qatariota, con un’enorme collezione di ben 21.000 libri.

Altro museo che merita attenzioni, sia per motivi culturali che per ragioni estetiche e architettoniche, è il National Museum, anche conosciuto con l'acronimo di NMoQ.  La struttura, aperta il 28 marzo del 2019, è stata progettata dall'architetto francese Jean Nouvel che, per la scenografica forma, si è ispirato alla rosa del deserto.

La Corniche

La CornicheNell’immaginario comune Doha viene abbinata ad una miriade di grattacieli, simbolo di opulenza e materializzazione delle sterminate ricchezze che il Qatar ha maturato negli ultimi decenni, grazie al petrolio e al gas naturale.

Per apprezzare lo skyline caratteristico della capitale qatariota e averne una spettacolare visione d’insieme, l’ideale è una passeggiata sulla Corniche, la panoramica promenade cittadina, che si estende per chilometri dinanzi agli scintillanti palazzi che popolano la città e si affacciano sull’altra costa del Golfo Persico.

Uno degli edifici simbolo è la Doha Tower, vincitrice del Pritzker Architecture Prize, il cui caratteristico rivestimento in alluminio omaggia la "mashrabiya", un elemento architettonico tipico dell'Islam il cui scopo era proteggere dai raggi del sole.

Sul lungomare è possibile visitare anche il Monumento alla perla, bizzarra scultura che rimanda alla pesca alla perla, attività che per secoli ha rivestito un’importanza fondamentale per l’economia del paese.
 

Inland Sea

Inland Sea

Oltre ai grattacieli e agli elementi culturali, il Qatar offre innumerevoli spunti anche di carattere prettamente paesaggistico e naturalistico, come abbiamo già visto per la regione di Zekreet. A 60 chilometri da Doha è possibile visitare una riserva naturale, diventata patrimonio Unesco, conosciuta con il nome di Khor Al Adaid e conosciuta a livello internazionale come Inland Sea. La peculiarità della riserva è che si tratta di un vero e proprio mare, circondato dalle dune. Il bacino è infatti un braccio del golfo Persico completamente circondato interamente dalla sabbia.

La fauna locale è ben rappresentata dalla presenza di falchi pescatori , dugonghi e tartarughe. Ad alimentare poi la spettacolarità del luogo c’è anche un curioso effetto sonoro: il movimento dei granelli delle dune con il vento crea una sorta di mormorio, rinominato “canto della sabbia”.


In viaggio con Veratour

Negli ultimi anni il Qatar è diventato una delle destinazioni più richieste in ambito turistico. Complice la sua ascesa economica e culturale, il paese offre una vacanza in grado di offrire diverse tipologie di itinerari. Grattacieli e lusso, ma anche il fascino mediorientale più tradizionale e autentico.

Le proposte Viaggi di Veratour sono davvero tantissime e studiate su misura per ogni desiderio e ogni tipo di viaggiatore: Tour con guida in lingua italiana, Citybreak a Doha, itinerari Self Drive attraverso il Qatar, viaggi combinati che coniugano il fascino di questa terra al relax di un Veraclub nelle più gettonate località di mare dell'Oceano Indiano: a Zanzibar, Maldive, Mauritius & Seychelles.

Nella pagina viaggi troverai tutte le proposte griffate Veratour per visitare il Qatar.

Articoli Correlati
Consigli di viaggio Abu Dhabi - Emirati Arabi e Oman
Alla scoperta delle migliori attrazioni di Abu Dhabi: la Moschea Shaik Zayed, il Ferrari World e gli altri divertimenti di Yas Island.
28.04.2021
Consigli di viaggio Dubai - Emirati Arabi e Oman
Alla scoperta delle migliori attrazioni di Dubai: i grattacieli e i mall, The Palm, il Creek e il Gold Souk.
07.05.2021
Consigli di viaggio Tour Villaggi vacanza Emirati Arabi e Oman - Oman - Veraclub Salalah
Muscat, le oasi, la storia, il mare: non manca nulla in Oman. Scopri come organizzare un viaggio perfetto in questo luogo meraviglioso.
20.07.2022