Open main menu
Open main menu

Sharm el Sheikh

Sharm el Sheikh: guida alla località

Mare cristallino e una barriera corallina dalla bellezza straordinaria: queste sono le prime immagini che vengono in mente quando si nomina la splendida località di Sharm El Sheikh. Situata nella parte meridionale della penisola del Sinai e direttamente sul Mar Rosso, la "Baia dello Sceicco" è la località turistica egiziana più famosa e ogni anno attira milioni di turisti da tutto il mondo.

Sharm el Sheikh è stata costruita a partire dalla metà degli anni '80, quando le agevolazioni volute dal governo egiziano per promuoverne lo sviluppo e sfruttarne il grande potenziale commerciale come meta di vacanze hanno attirato ingenti capitali dall'estero. Risalgono a quel periodo la costruzione di hotel, villaggi e residence turistici caratterizzati dall'ormai proverbiale All Inclusive e da servizi di animazione.

Uno dei fattori del successo di Sharm el Sheikh, oltre al mare e alle favorevoli condizioni meteo (si veda più avanti), è anche la vicinanza all'Europa e quindi la comodità dei voli per raggiungerla. L'aeroporto internazionale di Sharm, oltre a fornire voli interni per altre città egiziane, è destinazione di molti collegamenti aerei di linea EgyptAir che, per quanto riguarda in particolare l'Italia, partono principalmente da Roma e Milano facendo scalo a Il Cairo. In aggiunta ai voli di linea, il grande afflusso di turisti italiani a Sharm el-Sheikh porta ogni stagione all'istituzione di numerosi voli charter dalle principali città italiane.

A poca distanza dall'aeroporto e da Sharm Vecchia, sorge la frequentatissima località nota come Na’ama Bay: un centro vivace e moderno, con una passegggiata orlata da alte palme e piena di negozi, ristoranti e locali notturni. Naama Bay è infatti anche famosa per alcune spiagge stupende, ma soprattutto per la movimentata nightlife che la caratterizza.
 

Sharm el Sheikh: cose da sapere

L’ingresso in Egitto, oltre al passaporto con validità di 6 mesi dalla data di ingresso nel Paese, è consentito ai cittadini italiani anche con la carta di identità valida per l’espatrio (validità residua di almeno 6 mesi). In quest’ultimo caso il passeggero dovrà avere con sé due fotografie formato tessera (negli aeroporti egiziani non ci sono macchinette per foto istantanee). Si segnala che le Autorità di frontiera egiziane non consentono l’accesso nel Paese ai viaggiatori in possesso di carta di identità elettronica con certificato di proroga (cedolino cartaceo di proroga di validità del documento). Ugualmente non è accettata la carta di identità cartacea con validità rinnovata mediante apposizione di timbro sul retro del documento. Si raccomanda in tali casi di utilizzare il passaporto, onde evitare il respingimento alla frontiera. Il passaporto deve avere almeno due pagine disponibili per l'apposizione del visto e/o timbro di ingresso o uscita dal paese.

Per l’ingresso nel Paese è necessario essere muniti di visto d’ingresso ordinario. Lo stesso può essere rilasciato a cura dell’Organizzatore e ha un costo di € 29,00. Ove però la permanenza del turista sia circoscritta all’area dei resort della costa meridionale del Sinai (che comprende le località di Sharm el Sheikh, Dahab, Nuweinba, Taba e il monastero di Santa Caterina sul Monte Sinai) per periodi contenuti entro i 14 giorni, non vi è necessità di essere muniti di visto turistico ordinario, ma è sufficiente l’ONLY SINAI VISA, che viene apposto gratuitamente direttamente in aeroporto, tramite timbro sul passaporto. Non sono ammesse deroghe da parte delle Autorità Egiziane e pertanto se non si è in possesso di visto d’ingresso ordinario non sarà in alcun modo possibile accedere ad altre aree del Paese. Pertanto ove si voglia essere muniti di visto ordinario, occorre farne specifica richiesta.

Il fuso orario è di un’ora in più rispetto all’Italia (tranne nei mesi in cui è in vigore l'ora legale), la valuta è la Lira Egiziana e la lingua ufficiale è l'Arabo.
 

Sharm el Sheikh: quando andare

Il clima caldo e le temperature alte per buona parte dell’anno, oltre che la possibilità di raggiugerla con qualche ora di volo dall’Italia fanno di questa location la destinazione perfetta per una vacanza fantastica!

Infatti nei mesi estivi le temperature raggiungono livelli elevatissimi (mediamente 35°, anche se attenuate dal vento e dalla bassa umidità di gui gode l'intera zona di Sharm el Sheikh). Ma in realtà anche in inverno, pur diminuendo le ore di sole e le temperature dell'acqua del mare, il soggiorno è piacevolissimo. Anche se attrae turisti praticamente in ogni stagione, Sharm el-Sheikh offre delle condizioni climatiche ideali - perché molto equilibrate - nei periodi marzo-maggio e settembre-novembre.
Informazioni per la partenza e il rientro
INGRESSO SHARM EL SHEIKH – AGGIORNAMENTO DEL 08/10/2021
In base alla sintesi tra le normative applicabili i visitatori che hanno completato il ciclo vaccinale o sono guariti dal Covid-19 e che raggiungono Sharm El Sheikh e Marsa Alam  per motivi di turismo  dobbiamo distinguere le procedure per i viaggiatori vaccinati da quelli guariti:
Viaggiatori in possesso di un certificato di vaccinazione per COVID19:
-           Il certificato vaccinale  deve : essere rilasciato da un laboratorio accreditato nel Paese dove è stato eseguito il vaccino ; deve  disporre di un codice a barre QR e non contenere abrasioni, cancellazioni o aggiunte; deve indicare una data di 14 giorni antecedente all’inoculazione della seconda dose di vaccino Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Sputnik o 14 giorni dalla data di inoculazione dell’unica dose di Johnson & Johnson; essere redatto anche in lingua inglese
-           Presentazione di un certificato di test antigenico negativo al COVID-19 effettuato entro le 48  ore precedenti all’orario previsto di partenza del volo.
-           i bambini dai 6 anni compiuti devono presentare un certificato di test molecolare  negativo al COVID-19 effettuato entro le 48  ore precedenti all’orario previsto di partenza del volo. Il certificato di test deve includere la data e l’ora del prelievo che faranno fede per il conteggio delle 48  ore e deve essere rilasciato da un laboratorio autorizzato nel Paese di provenienza e riportarne il timbro; deve menzionare il tipo di campione preso per l’analisi; deve indicare che la tipologia di analisi effettuata è RT – PCR; deve essere redatto in lingua inglese
-           Sono esentati dall’obbligo di tampone i bambini al di sotto dei 6 anni non compiuti
-           Compilare  autocertificazione online 48 ore prima dell’imbarco sul sito della compagnia aerea
-           se la permanenza  supera i sette (7) giorni, sottoporsi a ulteriore test molecolare o antigenico in loco
Viaggiatori in possesso di un certificato di guarigione da COVID19:
-           Presentazione di un certificato di test molecolare negativo al COVID-19 effettuato entro le 48  ore precedenti all’orario previsto di partenza del volo. Il certificato di test deve includere la data e l’ora del prelievo che faranno fede per il conteggio delle 48  ore e deve essere rilasciato da un laboratorio autorizzato nel Paese di provenienza e riportarne il timbro; deve menzionare il tipo di campione preso per l’analisi; deve indicare che la tipologia di analisi effettuata è RT – PCR; deve essere redatto in lingua inglese
-           i bambini dai 6 anni compiuti devono presentare un certificato di test molecolare  negativo al COVID-19 effettuato entro le 48  ore precedenti all’orario previsto di partenza del volo. Il certificato di test deve includere la data e l’ora del prelievo che faranno fede per il conteggio delle 48  ore e deve essere rilasciato da un laboratorio autorizzato nel Paese di provenienza e riportarne il timbro; deve menzionare il tipo di campione preso per l’analisi; deve indicare che la tipologia di analisi effettuata è RT – PCR; deve essere redatto in lingua inglese
-           Sono esentati dall’obbligo di tampone i bambini al di sotto dei 6 anni non compiuti
-           Compilare  autocertificazione online 48 ore prima dell’imbarco sul sito della compagnia aerea
-           se la permanenza  supera i sette (7) giorni, sottoporsi a ulteriore test molecolare o antigenico in loco
 
USCITA SHARM EL SHEIKH – AGGIORNAMENTO DEL 08/10/2021
  • Presentazione di un certificato di test antigenico negativo al COVID-19 effettuato entro le 48  ore precedenti all’orario previsto di partenza del volo, per tutti i passeggeri dai 6 anni compiuti
  • compilare 24 ore prima del volo di rientro il formulario digitale di localizzazione dPLF al link https://app.euplf.eu/#/  assicurarsi che venga generato QR code
  • all’arrivo in aeroporto in Italia, è necessario sottoporsi a ulteriore test molecolare o antigenico, con risultato negativo; in alternativa il passeggero dovrà sottoporsi alla quarantena.
Loading

Cosa vedere a Sharm el Sheikh

Sono tanti i fattori che spiegano il successo riscontrato da Sharm el Sheikh come località turistica. Il clima innanzitutto: protetta alle sue spalle dalle alte montagne della penisola del Sinai, gode di un clima caldo che permette di visitarla piacevolmente praticamente tutto l'anno. E poi le spiagge e il mare: tuffandosi oltre il reef di Sharm el Sheikh si può provare la meravigliosa esperienza di nuotare in un autentico caleidoscopio di pesci e coralli, e nella zona sono presenti dei punti di immersione tra i più belli del mondo per gli appassionati di diving.

Tra i più famosi citiamo Temple, di fronte al porto di Sharm Vecchia, il parco marino protetto di Ras Mohammed, che di fatto è la punta della penisola del Sinai, e l'isola di Tiran a nord dell'aeroporto. E' noto come la barriera corallina di Sharm el Sheikh ospiti una quantità incredibile di specie di pesci coloratissimi, seconda solo a quella australiana.

Ma una vacanza a Sharm el Sheikh permette di scoprire anche una natura ancora incontaminata, con meravigliose escursioni tra deserto e mare che offrono ai visitatori siti naturali di grande fascino.

L'approfondimento del nostro Magazine 2 escursioni da non perdere a Sharm el Sheikh ne racconta due tra le più belle che hanno come protagonista assoluto il mare, e quindi perfette per gli amanti dello snorkeling e del diving. 

Invece nell'altro articolo, Viaggi e Cultura: benvenuto nella penisola del Sinai! troverai molte informazioni sulle attrazioni culturali e naturalistiche da visitare come il monastero di Santa Caterina o alcune strabilianti oasi nel bel mezzo dell'arido deserto di questa regione.

Tra questi troviamo Ein Khudra, che vuol dire oasi verde, una sorta di giardino incantato nel deserto. In questo posto fantastico convivono in perfetta armonia sabbia, rocce e alte palme da dattero insieme a sorgenti d’acqua fresca. Qui un tempo si fermavano i pellegrini diretti a Gerusalemme a ristorarsi. Qui si può ammirare il Canyon Bianco che deve il suo nome alle rocce bianche come la neve, levigate dal vento. Più avanti, raggiungibile a piedia, si trova il Canyon Colorato, passando attraverso una gola le cui pareti hanno colori spettacolari, che vanno dal viola al rosso al dorato

Altro luogo affascinante è il Deserto Blu, composto da 15 chilometri quadrati di rocce dipinte di blu situato proprio nel mezzo del deserto, uno spettacolo unico! A poca distanza sorgono un importante sito archeologico con reperti risalenti al IV e VII secolo d.C. e il grande palmeto di Wadi Ferian.

Altre due attrazioni sono la splendida oasi di Ein Umm Ahmed, abitata dai beduini e dove vedere alberi di limoni, di olive, di fichi, menta e basilico crescere rigogliosi nel deserto, e l’oasi di Ein Kid, dove immergersi nella natura selvaggia e godere dello spettacolare contrasto tra il colore marrone delle rocce e della terra e il verde luccicante della rigogliosa vegetazione.

Scegli di vivere una indimenticabile vacanza a Sharm el Sheikh e lasciati sedurre dalle irresistibili proposte del Veraclub Reef Oasis Beach Resort, situato in una posizione privilegiata e che si affaccia su una bellissima spiaggia di sabbia bianca situata di fronte alla famosa Temple Bay. Oppure scegli il VeraResort Sentido Reef Oasis Senses, o ancora il VeraResort Sunrise Montemare, situati anch’essi a pochi chilometri dalla splendida località di Na’ama Bay, e approfitta della professionalità di Veratour per trascorrere un soggiorno all’insegna del relax e del divertimento in una location da sogno!
Vera Assistance, Vera Top e Vera Extra: la migliore assicurazione per il tuo viaggio a Sharm el Sheikh
Per consentirti di prenotare e viaggiare con maggiore tranquillità, in collaborazione con la compagnia assicuratrice leader nel segmento dei viaggi, Veratour ha integrato la formula assicurativa base compresa nei suoi pacchetti vacanza con ulteriori tutele, e messo a punto nuove formule assicurative aggiuntive opzionali che garantiscono massima copertura per tutte le eventuali problematiche legate al Covid-19 prima e durante il viaggio.


Vera Assistance

La polizza di base di Europ Assistance Italia S.p.A. inclusa in tutti i pacchetti per prenotare e godere in tranquillità le meritate vacanze. Vera Assistance comprende:​
  • Assistenza illimitata e innovativa grazie alla centrale operativa - attiva tutti i giorni h24 - e alla sua rete di assistenza mondiale.
  • Massimali delle spese mediche in viaggio fino a 250.000 Euro.
  • Copertura per epidemie e pandemie per Assistenza e Spese Mediche durante il viaggio e, solo per partenze dal 1 novembre 2021, anche ANNULLAMENTO del viaggio per infezione da Covid-19 (e sue variazioni e/o mutazioni).
  • WebApp QuickAssitance per la consultazione delle polizze e la gestione dei sinistri.
  • Tutela prima, durante e anche dopo il viaggio: scopri i dettagli in base alla destinazione scelta.
 

Vera TOP, acquistabile per partenze dal 1 novembre 2021

La nuova polizza integrativa facoltativa acquistabile al momento della prenotazione, che perfeziona ancor di più la tua copertura grazie a:
  • Ampliamento delle cause di annullamento del viaggio.
  • Aumento dei massimali delle spese mediche in viaggio fino a 500.000 Euro, con copertura delle infezioni da epidemia e pandemia.
  • Garanzia RISCHIO ZERO che ti tutela a in caso di eventi fortuiti e di forza maggiore durante la tua vacanza.


Vera EXTRA, acquistabile per partenze dal 1 novembre 2021

La nuova polizza integrativa facoltativa acquistabile fino al giorno prima della partenza, per una più completa copertura in caso di infezione da Covid-19 e sue variazioni e mutazioni:
  • Copertura in caso di quarantena, spese di rientro a domicilio, spese alberghiere e rimborso in pro rata del viaggio non usufruito a causa di infezione e/o quarantena.


Scopri i dettagli​

 

Informazioni utili, documenti, visto, fuso orario

Documenti Richiesti

L’ingresso in Egitto, oltre al passaporto con validità di 6 mesi dalla data di ingresso nel paese, è consentito ai cittadini italiani anche con la carta di identità valida per l’espatrio (validità residua di almeno 6 mesi). In quest’ultimo caso il passeggero dovrà avere con sé due fotografie formato tessera (negli aeroporti egiziani non ci sono macchinette per foto istantanee). Si segnala che le Autorità di frontiera egiziane non consentono l’accesso nel Paese ai viaggiatori in possesso di carta di identità elettronica con certificato di proroga (cedolino cartaceo di proroga di validità del documento). Ugualmente non è accettata la carta di identità cartacea con validità rinnovata mediante apposizione di timbro sul retro del documento. Si raccomanda in tali casi di utilizzare il passaporto, onde evitare il respingimento alla frontiera.  Il passaporto deve avere almeno due pagine disponibili per l'apposizione del visto e/o timbro di ingresso o uscita dal paese.


Visti e tasse 

Per l’ingresso nel Paese è necessario essere muniti di visto d’ingresso ordinario. Lo stesso può essere rilasciato a cura dell’Organizzatore e ha un costo di € 29,00. Ove però la permanenza del turista sia circoscritta all’area dei resort della costa meridionale del Sinai (che comprende le località di Sharm el Sheikh, Dahab, Nuweinba, Taba e il monastero di Santa Caterina sul Monte Sinai) per periodi contenuti entro i 14 giorni, non vi è necessità di essere muniti di visto turistico ordinario, ma è sufficiente l’ONLY SINAI VISA, che viene apposto gratuitamente direttamente in aeroporto, tramite timbro sul passaporto. Non sono ammesse deroghe da parte delle Autorità Egiziane e pertanto se non si è in possesso di visto d’ingresso ordinario non sarà in alcun modo possibile accedere ad altre aree del Paese. Pertanto ove si voglia essere muniti di visto ordinario, occorre farne specifica richiesta.


Fuso orario, valuta e lingua

Fuso orario: Un’ora in più rispetto all’Italia (tranne nei mesi in cui è in vigore l'ora legale).
Valuta: Lira Egiziana.
Lingua: Arabo.

Ultimi Articoli - Magazine