Open main menu
Open main menu
Home magazine Sardegna, folclore e danze popolari

Sardegna, folclore e danze popolari

Italia - Sardegna - Veraclub Costa Rey Wellness e Spa - Veraclub Eos Village - Veraclub Moresco - Veraclub Porto Istana - Veraclub Suneva Wellness e Golf - 30.08.2021

In Sardegna con Veratour: mare, natura ma anche folclore e tradizioni

Contenuti


Un'isola fiera: mare, natura e tradizioni

La Sardegna, così ricca di tesori sia a livello naturalistico che culturale, è uno dei più preziosi gioielli del nostro paese! Ogni anno turisti provenienti da ogni dove si danno appuntamento lungo le coste e le bellissime spiagge che l’isola offre e finiscono per innamorarsene. I suoi paesaggi mozzafiato regalano emozioni e ricordi indelebili. Mare trasparente che lambisce spiagge da cartolina o insenature riparate e nascoste, una vegetazione e una biodiversità tutte da scoprire e la montagna severa che dall’alto domina incontrastata.

In Sardegna potrai ritrovare un contatto diretto con la natura incontaminata che ne caratterizza il territorio, un vero e proprio patrimonio di flora e fauna. L' isola ti offre una natura meravigliosa con mare color smeraldo, spiaggia rosa o di sabbia bianchissima, di ciottoli e scogli e un’ entroterra con tanti piccoli paesi da visitare passeggiando alla scoperta dei tesori culturali del popolo sardo, un popolo che con grande simpatia e disponibilità ti farà sempre sentire il benvenuto. Entroterra in grado di offrire paesaggi affascinanti e luoghi di forte interesse archeologico, come i Nuraghi, costruzioni tipiche di un passato millenario, divenuti oggi uno degli emblemi dell'isola.

La sceglierai sicuramente per le sue splendide spiagge e per il mare turchese, ma preparati a scoprire molto di più: alludiamo al contatto con un patrimonio ancestrale, uno spaccato genuino della cultura di un popolo fiero e legato alle proprie origini che conserva gelosamente. Impararai a conoscere i molteplici aspetti della cultura e delle tradizioni della Sardegna, nonchè la sua gastronomia con l'incredibile varietà dei suoi piatti tipici. La Sardegna ti offre l'opportunità di un meraviglioso viaggio indietro nel tempo che renderà unica la tua vacanza.
 

Folclore fra sagre e feste popolari

Il folclore e le tradizioni di questa isola rappresentano un vero e proprio tesoro antico, che resiste al tempo grazie all’amore dei sardi nei confronti della propria terra. Custodi delle tradizioni sarde sono le sagre e le numerose feste popolari, che si susseguono nel corso dell’anno così come facevano in eta arcaica scandendo il ritmo delle stagioni e la vita dell’uomo.

Non vi è centro, grande o piccolo, della Sardegna che non celebri la sua festività. La maggior parte di esse infatti sono legate alla terra e ai suoi cicli produttivi e conservano ancora oggi il carattere simbolico pagano; l’omaggio alla natura per ottenere buoni raccolti, oppure per placare epidemie e carestie. Da queste derivano anche quelle religiose che celebrano il santo patrono delle diverse città e dei paesi.

Partecipare a queste feste vuol dire farsi coinvolgere da canti tradizionali con fisarmoniche e launeddas, sfrenate corse di cavalli, sfilate folcloristiche con preziosi e coloratissimi abiti d'altri tempi e soprattutto rimaner incantati di fronte ai passi dei balli tradizionali.
 

Danze tipiche sarde: Su Ballu

Una delle tradizioni più interessanti e particolari riguarda proprio le varie danze tipiche che hanno radici antichissime e un fascino unico. Stiamo parlando di una tradizione che nei secoli si è tramandata oralmente e che è considerata tra le più ricche del bacino del Mediterraneo.

Queste danze fanno parte del cosiddetto Su Ballu Sardu, ovvero il ballo sardo. Non si hanno notizie sicure sulle origini di questo ballo; si suppone derivi dalle cerimonie sacre preistoriche, celebrate per propiziarsi un buon raccolto o una caccia abbondante. Sicuramente rappresentava anche un momento di svago e di aggregazione sociale, principalmente nelle piazze, a ridosso del sagrato delle chiese.

La danza viene accompagna dalle launeddas, uno strumento musicale a fiato, di antichissime origini sarde, costituito da diversi tipi di canne; gli altri strumenti che maggiormente conducono il ballo sono l’organetto diatonico, l’armonica a bocca, la fisarmonica e differenti tipi di flauti a canna. Questi balli avevano un profondo legame col  fuoco e ancora oggi, infatti, alla vigilia di alcune feste paesane si preparano i fuochi, intorno ai quali si danza.

La figura fondamentale eseguita dai ballerini è il cerchio in cui tutte le coppie si tengono per mano (“a manu tenta”) o per le braccia, il movimento ritmico sancisce il legame tra chi esegue la musica e chi la balla, cosa che confermerebbe il suo profondo valore sociale e di aggregazione comunitaria.
 

Le tipologie di ballo

Il movimento base del ballo è simile a un sussulto cui partecipa soprattutto il tronco del corpo, sul quale si innestano i vari passi all’unisono con il ritmo musicale; la parte superiore del corpo rimane fondamentalmente rigida, mentre il movimento è affidato esclusivamente agli arti inferiori. Ogni zona ha il suo ballo specifico, come ad esempio il Ballu Antigu, il Ballu Tundu, o Passu Torrau.

Su Ballu Antigu è abbastanza simile a Su Ballu Tundu, in cui si danza in cerchio, ma le note sono più lente e cadenzate. Questa danza è la più antica di tutte ed è quella che è stata modificata di meno rispetto alle altre, che invece hanno avuto una sorta di evoluzione negli anni. E’ un ballo molto semplice e alla portata di tutti, infatti genti di ogni età e appartenenza sociale danzavano Su Ballu Antigu durante le feste di paese e in piazza, mentre al ballo si unisce il canto di una singola voce o di un coro a tenore.

Il Su Ballu Tundu è l’evoluzione di questa danza ed è un ballo travolgente che esprime gioia. Potrai vederlo in qualsiasi sagra o festa, specialmente nella zona della Barbagia. I passi prevedono di ballare in cerchio tenendosi per mano con le braccia strette e ripiegate sui gomiti. Di volta in volta una coppia di ballerini si stacca dal cerchio e si mette a ballare nel centro eseguendo i due movimenti base: sa seria e su sartiu, quello più brioso.

Altra danza caratteristica è il Su Ballu e Ulassa, basato su tre tempi differenti e che si esegue sia in coppia con la donna che tra soli uomini. C’è anche il Su Passu Torrau o Sa Mamujadina, che originariamente veniva eseguito in onore dei santi. Con un po’ di fortuna, visitando i paesini lungo la costa o sulla montagna avrai modo di vedere anche Su Dillu, Su Ballu Curridore e anche Sa Danza, quello forse più impegnativo e faticoso da ballare!
 

Dove soggiornare

Il Veraclub Suneva Wellness & Golf sorge in una delle location più belle della Sardegna, la famosa Costa Rei. L’australiana Lonely Planet, nota casa editrice di guide turistiche, ha certificato che le spiagge di questa zona sono da considerare al quinto posto tra le più belle del pianeta, assieme a quelle di Hawaii, Yucatan, Maldive e Thailandia.

Qui appassionati di natura e di trekking hanno la possibilità di visitare dei veri e propri gioelli, attrazioni naturali che vi faranno innamorare anche dell'entroterra di questo lembo di isola. Il resort è una struttura di classe, non distante da Capo Ferrato, luogo dove scogliere, isolotti e lunghe spiagge fanno da contrappunto a un paesaggio meravigliosamente incontaminato e ricco di macchia mediterranea. Scegliendo una vacanza in Sardegna ti assicurerai un soggiorno pieno di relax, divertimento e simpatia su una delle coste più ambite del Mediterraneo; troverai un’accoglienza calorosa e una terra che non potrai non amare. Lasciati conquistare da una natura incontaminata e da una tradizione tutta da scoprire!

In alternativa, sempre sulla bellissima spiaggia di Costa Rei, puoi scegliere per il tuo soggiorno il Veraclub Eos Villagge o il Veraclub Costa Rey Wellness & Spa, dedicato ad una clientela over 18. A Nord, invece, a pochi chilometri da Olbia ti aspetta il Veraclub Porto Istana e, a Santa Teresa di Gallura, con una vista mozzafiato sulle bocche di Bonifacio, Lavezzi e Cavallo, il Veraclub Moresco. Per sapere di più su questi veri e proprio angoli di paradiso, ti consigliamo di leggere gli articoli Porto Istana e la Gallura  e I tesori di Costa Rei e Cala Sinzias , avrai così più elementi per decidere la meta della tua vacanza; ti avvertiamo però che la scelta sarà veramente difficile!

Articoli Correlati
Focus Storia Italia - Sardegna - Veraclub Costa Rey Wellness e Spa - Veraclub Eos Village - Veraclub Moresco - Veraclub Porto Istana - Veraclub Suneva Wellness e Golf
Tra gli elementi più caratteristici del territorio sardo, i Nuraghi sono uno degli emblemi dell'isola
31.08.2021
Spiagge Italia - Sardegna - Veraclub Costa Rey Wellness e Spa - Veraclub Eos Village - Veraclub Moresco - Veraclub Porto Istana - Veraclub Suneva Wellness e Golf
Ecco alcune tra le spiagge più belle e nascoste della Sardegna: da Cala Coloritzé a Cala Luna, dalla Gallura a Costa Rei
06.09.2019