Home magazine Escursione a Luxor, Egitto: i templi di Luxor e Karnak

Escursione a Luxor, Egitto: i templi di Karnak e la Valle dei Re

Crociere sul Nilo - Egitto - Marsa alam - Veraclub Emerald Lagoon - Veraclub Reef Oasis Beach Resort - Veraclub Utopia Beach - 18.02.2022

Scopri Luxor, l’antica Tebe, la sua storia e cosa visitare con le guide di viaggio Veratour

Contenuti


Un museo a cielo aperto

Nella Valle del Nilo in Egitto tra Il Cairo e Assuan, dove un tempo c’era l’antica città di Tebe, sorge oggi la splendida città di Luxor. Durante l’antichità, Tebe era la capitale d’Egitto e in seguito i viaggiatori che si trovarono a transitare per la regione di Qena, rimasero ammirati per le sue rovine e monumenti al punto di chiamarla Luxor, che in arabo significa appunto “i palazzi”.

Ci sono più o meno 150mila abitanti a Luxor e la città gode di uno statuto speciale che le conferisce una maggiore autonomia economica in confronto alle altre città d’Egitto. Inoltre, in questa zona, si concentrano alcune straordinarie tappe da visitare per chi è interessato al passato, alla storia e all’archeologia.

Tra le molte escursioni tra cui potrai scegliere una volta deciso per una vacanza a Marsa Alam, Luxor rappresenta una delle più note e ricche di attrattive per i visitatori. Qui troverai i templi più grandi e conservati in modo migliore nonostante il passare del tempo. In molti considerano addirittura Luxor come il museo a cielo aperto più affascinante del mondo.

A Luxor avrai modo di vedere il tempio di Luxor e il grande complesso di Karnak, mentre non distante ti aspettano i famosissimi siti archeologici della Valle dei Re, del tempio funerario della regina Hatshepsut e dei Colossi di Memnone, assolutamente imperdibili.
 

Cenni storici

Tebe (l’odierna Luxor) è stata importante per l’Egitto nel Primo periodo intermedio, quando divenne capitale del regno e il dio Amon, in onore del quale la città venne eretta, divenne protettore dell’Egitto.

Successivamente la capitale venne spostata nel nord, ma Tebe fu progressivamente arricchita da opere magnifiche, come templi e monumenti. Durante il periodo hyksos la città fu il centro politico dell’Alto Egitto e quando iniziò l’epoca in cui l’Egitto si espanse in Asia, tornò a essere la capitale dell’impero.

Nonostante il ruolo di capitale le venne di nuovo sottratto, così come quello di centro politico, Tebe rimane in ogni caso una straordinaria città monumentale caratterizzata da grandi fasti. Fu durante la ventunesima dinastia che Tebe raggiunse di nuovo un’importanza elevatissima. Venne a crearsi infatti uno Stato teocratico, il cui capo era il gran sacerdote di Amon, che garantì alla città la quasi totale indipendenza.

Nel 666 a.C. la città venne saccheggiata e distrutta dagli Assiri e in seguito, nel 525, fu il turno dei Persiani. Furono solo gli edifici legati al culto e alla religione a sopravvivere alla devastazione, come appunto i templi di Karnak e quello di Luxor.
 

I 5 maggiori punti di interesse di Luxor


Il complesso di Karnak e il Tempio di Luxor

Viale delle Sfingi - LuxorSulla riva orientale del Nilo avrai modo di visitare alcuni tra i templi più interessanti e suggestivi d’Egitto. La visita inizia dal complesso monumentale di Karnak, con le rovine dell'antica cittadella riservata ai sacerdoti del culto del dio Amon-Ra. Percorrendo poi il viale delle Sfingi si raggiunge il Tempio di Luxor; sebbene i due siti siano collegati e il tempio di Luxor possa essere considerato a tutti gli effetti parte del più ampio complesso di Karnak, questo secondo tempio gode di notorietà propria.

Si tratta di uno dei monumenti più importanti e noti, un vero tesoro storico e culturale imperdibile per chi visita la città. Fu Ramses II a farlo arricchire e ampliare, innalzando un pilone a suo nome proprio davanti al colonnato come memoriale della battaglia di Qadesh. Nel 1881 il Tempio fu strappato alle sabbie che l’avevano sepolto grazie agli sforzi dell’archeologo Gaston Maspero.

Tempio di Luxor
Qui ti aspettano in rapida sequenza un obelisco, un cortile con una doppia fila di colonne, dei preziosi bassorilievi e infine un reliquario. In particolare nella grande Sala Ipostila rimarrai incantato ammirando le decorazioni scolpite sulle 134 colonne monumentali, che raccontano storie e miti dalla creazione del mondo, per poi arrivare al meraviglioso grande Tempio di Amon, dedicato al culto del dio Amon-Ra, una testimonianza storico culturale dell’antico Egitto molto ben conservata e di una bellezza assoluta. Imperdibile.


Il tempio funerario della regina Hatshepsut e i Colossi di Memnone

Il tempio di Hatshepsut sorge a pochi chilometri di distanza dalla Valle dei Re, sulla riva occidentale del Nilo. Si tratta di un complesso funerario dedicato a una delle più celebri e potenti regine del Nuovo Regno, costruito in posizione scenografica e monumentale ai piedi delle scogliere di Deir el-Bahari.

Tempio Mortuario della Regina Hatshepsut - Luxor
E' costituito da tre terrazze con imponenti colonne e statue osiriache collegate da lunghe rampe rettilinee, che un tempo si suppone fossero circondate da rigogliosi giardini di palme. Percorrendole si raggiungono gli edifici funerari, costituiti da due sale ipostile con pilastri e da un santuario profondo scavato nella roccia preceduto da un vestibolo. Deir el-Bahari era luogo sacro alla dea Hathor, mentre l'intero complesso era consacrato alla divinità solare Amon-Ra. Il tempio della regina Hatshepsut è particolarmente rappresentativo delle scelte di architettura sacra compiute dagli architetti e dai faraoni del Nuovo Regno: è evidente la differente concezione del luogo di culto rispetto a quanto accadeva nell'Antico Regno, quando si prediligeva una architettura geometrica e megalitica.

Complesso dei Colossi di MemnoneAltri suggerimenti? Se sei un appassionato di egittologia, non farti sfuggire inoltre l’opportunità di visitare i meravigliosi siti archeologici di Assassif, il Ramesseo, Medinet Habu, Malpata e Deir el Medinah. Alcune delle più imponenti testimonianze dell’arte e della cultura egiziana sono poi conservate presso il complesso dei Colossi di Memnone, che è praticamente una sosta irrinunciabile per qualche bella foto ricordo lungo la via che, attraversato il Nilo, porta alla famosa Valle dei Re sulla sponda occidentale.


La Valle dei Re

La Valle dei Re rappresenta uno dei siti archeologici più famosi e importanti di tutto il mondo. E’ qui che troverai la necropoli dove venivano sepolti i resti degli antichi faraoni e i loro formidabili corredi funebri, da cui provengono alcuni degli oggetti e dei tesori più inestimabili rinvenuti in Egitto.

Nel sito sono state rintracciate complessivamente 65 tombe appartenenti ai sovrani delle dinastie del Nuovo Regno (dal 1.552 al 1.069 a.C.), mentre le spoglie mortali delle loro compagne venivano tumulate nella vicina Valle delle Regine. Il profilo roccioso e impervio rendeva l'accesso a questa area sacra facilmente controllabile, tuttavia nel corso dei millenni la maggior parte delle tombe reali è stata oggetto di depredazione da parte dei ladri a caccia di tesori. La Valle dei Re è in realtà composta dalla confluenza di due distinti valloni sovrastati dalla presenza di una imponente montagna la cui vetta, osservata dalla valle, ricorda molto una forma piramidale: una circostanza a cui erano attribuiti significati simbolici e che certamente ha contribuito alla scelta del sito quale necropoli per ospitare le sepolture dei potenti faraoni egizi.

Valle dei Re
Le prime tombe furono ricavate nelle pareti rocciose che incorniciano la valle, poi con la XIX dinastia si passò a scavarle sul fondo del canalone, penetrando a volte anche per molti metri nel sottosuolo calcareo. Corridoi e camere sepolcrali venivano puntualmente decorati con bellissime immagini che evocano la grandezza del faraone e le sue opere, oltre a propiziare la sua rinascita dopo la dipartita dalla vita terrena. Le mummie di tutti i più famosi sovrani egiziani, come i vari Seti e Ramses che si sono succeduti, provengono da qui. Oltre ad ospitare il sarcofago con i resti mummificati del re, tipicamente la sepoltura era dotata di un ricchissimo corredo funebre che serviva ad accompagnare il defunto nel suo viaggio nell'aldilà. 

Proprio per questa ragione, e nonostante l'opera di vigilanza prestata dai custodi delle sepolture, praticamente tutte le tombe della Valle dei Re furono depredate nel corso della storia da ladri a caccia di reliquie e tesori. L'unica eccezione è rappresentata dalla famosissima tomba di Tutankhamon, scoperta in circostanze incredibili dall'archeologo inglese Howard Carter nel 1922. Alcuni indizi lasciano pensare che la tomba sia stata parzialmente violata in almeno due diverse occasioni, ma i ladri devono essere stati sorpresi e i sacerdoti del culto devono aver provveduto a ripristinarne i sigilli e occultare nuovamente l'accesso.

Il favoloso corredo funebre del faraone infatti, unico nella storia, fu ritrovato praticamente intatto, così come pure le cappelle funerarie e i tre sarcofaghi antropomorfi, l'ultimo dei quali in oro massiccio, che custodivano la mummia del re. Altro pezzo famosissimo proveniente dal tesoro di Tutankhamon è la splendida maschera funebre che copriva il suo volto, un autentico capolavoro dell'arte antica, esposta però al grande museo egizio de Il Cairo. La Tomba di Tutankhamon è considerata la più importante scoperta archeologica della storia, una vera e propria calamita per i visitatori e gli studiosi. Ed è sicuramente una tappa imperdibile della tua visita della Valle dei Re.


Dove Soggiornare

Luxor è una città davvero interessante da visitare, capace di stregare i viaggiatori e fargli vivere un emozionante viaggio nel tempo grazie ai monumenti, ai musei e ai siti archeologici dal valore incalcolabile che può offrire.

Pronto a offrirti ospitalità per scoprire questa splendida città, Veratour ti propone due strutture per le tue vacanze in Egitto: il Veraclub Utopia Beach  e  il Veraclub Emerald Lagoon entrambi nei pressi della splendida Marsa Alam. Decidendo per una vacanza firmata Veratour avrai modo di godere appieno sia delle meraviglie naturali offerte da Marsa Alam, tra cui le molte bellissime spiagge, sia della possibilità di visitare Luxor e la regione al di là del Nilo dove c’è la Valle dei Re, sia infine verso il confine con il Sudan la città di Assuan e i templi di Abu Simbel.

Scegli il periodo migliore per partire per l’Egitto e inizia a fare le valigie, soggiornando a Marsa Alam e visitando Luxor vivrai la vacanza che hai sempre sognato! Tieni infine presente che, se dovessi invece optare per Sharm El Sheikh per la tua vacanza nella Terra dei Faraoni, potrai comunque visitare le meraviglie archeologiche nei dintorni di Luxor descritte in questo articolo acquistando direttamente con la nostra Assistenza presente al Veraclub Reef Oasis Beach Resort l'escursione comprensiva di volo aereo della durata di un'intera giornata. 
 


 
Articoli Correlati
Spiagge Crociere sul Nilo - Egitto - Marsa alam - Veraclub Emerald Lagoon - Veraclub Utopia Beach
Abu Dabab e le altre... scegliendo una vacanza a Marsa Alam, non avrai che l’imbarazzo della scelta: quale spiaggia vorrai vedere per prima?!
21.02.2022
Città d'arte Consigli di viaggio Storia Egitto - Marsa Matrouh - Veraclub Jaz Oriental
Alla scoperta di Alessandria d’Egitto, sulla costa mediterranea a poche ore dalla favolosa Marsa Matrouh.
31.05.2019
Consigli di viaggio Focus Natura Crociere sul Nilo - Egitto - Sharm el Sheikh - Veraclub Reef Oasis Beach Resort - Veraresort Cleopatra - Veraresort Sentido Reef Oasis Senses
Alla scoperta di Sharm e della Penisola del Sinai: da Nabq a Ein Kid, da Santa Caterina al Deserto Blu, da Abu Galum a Ein Khudra.
17.12.2021